Tortolì: “Il rosso del coraggio e dell’amore per dire no, alla violenza sulle donne”

Anche il Comune di Tortolì, dice no alla violenza sulle donne. Sabato 21 aprile presso l’Istituto Scolastico ITI – Tortolì, con la partecipazione, tra gli altri, di alunni, insegnanti, sindacati e del Comune di Tortolì

di Antonio Tore

 

L’iniziativa della panchina rossa ha raggiunto anche l’istituto scolastico ITI, grazie ad un incontro sociale in sede che coinvolge studenti, insegnanti e associazioni del terzo settore del territorio.

Si chiama “Il rosso del coraggio e dell’amore per dire no, alla violenza sulle donne” il percorso di condivisione, informazione e sensibilizzazione promosso dall’associazione Anteas Ogliastra in collaborazione con il Comune di Tortolì, l’Istituto Superiore ITI,  Anteas Sardegna, Cisl Ogliastra, Cisl pensionati Ogliastra, Alta Formazione e Sviluppo, Fondazione Istituto Carlo Felice, Cittadinanza attiva Nuoro – Ogliastra Onlus e l’associazione siciliana “Sinergie”.

La mattinata presentata e moderata dalla giornalista Marinella Arcidiacono coinvolge gli studenti delle classi seconde degli indirizzi di studio commerciale, industriale, liceo classico e scientifico. Sono loro i protagonisti dell’incontro che ha come obiettivo quello di educare al rispetto, alle emozioni, alla vita.

Intervengono all’evento, con le proprie testimonianze, Alessandro Serra, Presidente Anteas Ogliastra, Franco Murreli, Dirigente Istituto Scolastico ITI, Gino Loi, Segretario Generale FNP CISL Ogliastra, Isabella Ladu, Assessore Politiche Sociali Comune di Tortolì,  Francesca Mascia, Cittadinanza attiva Ogliastra, Leonardo Cappetta, Dirigente Commissariato PS Tortolì, Mariano Solinas, Parroco San Giuseppe Tortolì e Michele Muggianu, Segretario Generale CISL  Ogliastra.

Grazie al lavoro di squadra e al supporto degli insegnati della scuola proff. Alessandra Serra, Francesca Mascia, Andreina Rocca, Sergio Cadeddu i ragazzi hanno potuto approfondire la tematica in classe e lavorare attraverso le diverse discipline e campi di insegnamento ad alcune attività che saranno presentate nel corso dell’incontro.

“L’obiettivo dell’Anteas Ogliastra non è solo quello di intervenire quando emerge un problema o un bisogno, ma è anche quello di prevenire il disagio e promuovere dei valori positivi – spiega Alessandro Serra, presidente Anteas Ogliastra – un valore positivo che vogliamo diffondere attraverso la manifestazione “Panchina rossa” è quello dell’accoglienza, dell’amicizia e dell’amore, contro la violenza”.

Soddisfatto dell’iniziativa, anche il dirigente scolastico dell’ITI Franco Murreli: “Siamo sempre favorevoli a questo di iniziative volte alla conoscenza, confronto e crescita dei nostri studenti. Una opportunità per parlare di una tematica importante”.

Una panchina rossa, donata da Srl Costruzioni Metalmeccaniche di Adriano e Luciano Balloi, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne sarà svelata a fine incontro.

Ancora una volta a far breccia nei cuori e nelle coscienze sarà il colore rosso  che tinge la panchina di ferro. Un monito per ricordare quelle donne che non ci sono più, un monito per riflettere,  agire  più consapevolmente verso la Vita.