R. P. Giannotte, avvocato di giorno e scrittrice la sera

“La finestra al sole”, romanzo d’esordio della scrittrice selargina conquista i social, e non solo”

di Daniela Puggioni

 

“Tu sei un eccellente avvocato e lo sai. Ma non basta”.

La storia di Roberta Patrizia, R.P. per chi la cerca in libreria, potrebbe cominciare proprio da qui. Il suo è un trascorso tradizionale ed impeccabile: i banchi del Liceo Classico Dettori, gli ottimi voti agli esami di Giurisprudenza, il duro lavoro come avvocato amministrativista e la vita in studio. Eppure, questa sorridente trentunenne ha sempre nascosto un grande sogno. Non si tratta di un tipico sogno nel cassetto, ma di un sogno nell’armadio. Sarà proprio lì, tra magliette, scatole e calzini, che suo marito Nicola scoverà un tesoro nascosto, fatto di manoscritti, appunti, documenti multimediali. Sua moglie è una scrittrice, ma troppo timida per farsi avanti e proporsi.

Il sostegno di Nicola e lo zampino di Alessandro Cocco, editore de La Zattera, hanno fatto in modo che questo sogno uscisse allo scoperto e diventasse realtà.

Nasce così “La finestra al sole”, romanzo d’esordio della selargina R.P. Giannotte che sta conquistando tantissimi lettori, non solo in Sardegna. “All’interno della narrazione la finestra al sole è un elemento fisico” racconta l’autrice, “una finestra che riesce ad illuminare la camera dei bambini in una famiglia un po’ particolare, di quelle in cui i genitori preferiscono restare al buio per regalare un po’ di sole ai propri figli. Ma tutti noi abbiamo una finestra al sole nelle nostre vite: è quella persona speciale che illumina la nostra vita e ci fa vedere la realtà sotto una luce meravigliosa”.

Nel parlare della propria finestra al sole, non si trattiene dall’indicare spontaneamente il suo Nicola, appassionato sostenitore ma soprattutto il primo ad averla spinta a far conoscere il suo talento.

“La prima persona che lesse il mio romanzo, una figura a me molto cara con una spiccata propensione per la schiettezza, me lo bocciò senza pietà” racconta con ironia, “ma Nicola mi ha fatto capire che non bisogna lasciarsi abbattere dalle opinioni negative. La vita di ciascuno di noi è fatta di tanti no da incassare, ma ognuno di essi deve trasformarsi in una spinta per andare avanti ed inseguire i propri obiettivi. Questo è un messaggio importante, l’ho imparato nel corso della mia vita e si trova qui, tra le pagine del mio libro”.

Tra i grandi protagonisti di questo romanzo c’è la quotidianità di un avvocato, la sua vita fatta di svago e lavoro, c’è la lotta contro i pregiudizi, un caso giudiziario. In tutto questo però spicca una protagonista d’eccezione: Cagliari.

“Ho voluto raccontare una Cagliari un po’ diversa da quella che tutti sono abituati a “leggere”. Non ci sono nuraghi, non ci sono pastori, ma c’è una grande e meravigliosa città contemporanea” racconta Roberta, con gli occhi di chi ama la terra in cui vive, “uno degli intenti di questo romanzo è far conoscere una Sardegna moderna, che strizza l’occhio alla tradizione ma che in realtà vive nel 2018 a tutti gli effetti, con i suoi locali, le piccole manie dei suoi abitanti, i pregi e difetti, ma si mostra sempre bellissima. Il libro si chiude con uno specifico invito ai lettori: vorrei che tutti, giunti all’ultima riga, corressero a comprare un biglietto per venire qui, a farsi incantare da questa terra”.

Per promuovere e raccontare il suo libro, R.P. si è lasciata sedurre da degli alleati infallibili ma che, fino ad ora, le erano assolutamente sconosciuti. “Ho deciso di raccontarmi e raccontare il mio libro attraverso i social, il mezzo più diretto per arrivare alle persone e suscitare la loro curiosità. Da perfezionista quale sono, mi sono addirittura letta un manuale per scoprire tutte le potenzialità di Facebook! Attraverso i social posso farmi conoscere e parlare di quello che faccio ma soprattutto coinvolgere gli utenti in prima persona”.

La prossima “challenge” proposta dalla scrittrice selargina si intitolerà ”La mia finestra al sole” e sarà un invito per tutti i lettori a condividere su Instagram una foto che li ritragga con una copia del libro e la loro persona cara, la loro finestra al sole appunto. Dal primo giorno di Giugno fino al 10, sarà possibile aggiungere #lamiafinestraalsole sotto il proprio scatto e, come nella migliore tradizione social, il vincitore sarà quello che avrà raggiunto il maggior numero di “like”. Il premio sarà la prima copia del libro, consegnata dall’autrice stessa alla persona speciale ritratta, con una dedica altrettanto speciale.

Dopo l’avventura al Salone del Libro di Torino, in cui il romanzo è andato a ruba in sole tre ore, R.P. Giannotte si prepara all’impegno della promozione estiva. “Ho sempre scritto nei ritagli di tempo, durante il fine settimana ed al ritorno dal lavoro. Coniugare la mia quotidianità con l’impegno di scrittrice non è gravoso, ho sempre scritto per me stessa anche se dallo scorso 9 Maggio, quando il libro è comparso per la prima volta in libreria, tutti conoscono la mia occupazione nel tempo libero! La finestra al sole non è nato come romanzo a sé stante, ma fa parte di una serie di libri che ho scritto. Li tengo al caldo e…chissà”.

Il prossimo appuntamento con R.P. Giannotte sarà il prossimo 8 Giugno, al Mondadori Bookstore del Centro Commerciale i Mulini per la presentazione del libro e l’incontro con l’autrice.