Cagliari: da Scarlatti al Terzo Millennio con amici della Musica

Focus sull’arte del pianoforte – dall’età barocca al Simbolismo – per il duplice appuntamento di giugno con la Stagione Concertistica degli Amici della Musica – intitolata “Da Scarlatti al Terzo Millennio”, in collaborazione con il conservatorio di Musica Pierluigi da Palestrina

di Annalisa Pirastu

Sotto i riflettori la pianista Angela Oliviero, protagonista martedì 5 giugno alle 18 all’Auditorium del Conservatorio di Musica “G. Pierluigi da Palestrina” di Cagliari sulle note di Domenico Scarlatti, Muzio Clementi e Claude Debussy.

Il pianista e compositore Francesco Libetta terrà un concerto all’alba domenica 10 giugno alle 6.30 all’Anfiteatro di Marina Piccola per un evento speciale in collaborazione con il Festival Leggendo Metropolitano – nel segno di Scarlatti.

Un raffinato programma per l’assolo di Angela Oliviero  che si è formata alla prestigiosa scuola di Vincenzo Vitale a Napoli e si è perfezionata con maestri come Aldo Ciccolini. L’artista che alterna un’intensa carriera concertistica all’insegnamento al Conservatorio e alle varie master classes, eseguirà Reflets dans l’eau, Hommage à Rameau e Mouvement dal I Quaderno di Images di Claude Debussy, cinque Sonate di Domenico Scarlatti e la Sonata in Sol maggiore op.39 n. 2 di Muzio Clementi, per chiudere con Children’s Corner di Debussy, dedicata alla figlia del compositore.

Un omaggio all’artista francese a 100 anni dalla scomparsa apre e chiude il recital che spazia tra la libertà espressiva delle Images alle pagine evocative di Doctor Gradus ad Parnassum, Jimbo’s Lullaby, Serenade for the Doll, The snow is dancing, The little Shepherd, Golliwogg ‘s cake-walk, tra una ninnananna e ritratti di bambole, una nevicata in controtempo e una vivace danza afroamericana in Children’s Corner.

Le Sonate di Scarlatti rappresentano una sorta di fil rouge dell’intera Stagione.Dal talentuoso autore partenopeo che rivoluzionò la tecnica del clavicembalo, si passa alla musica di Clementi, uno dei primi autori per il pianoforte moderno, autore del fondamentale “Gradus ad Panassum”.

 

 

Add Comment