Cagliari, arrestato per il furto di una consolle

La Polizia di Stato ha arrestato Fabio Cherchi, 21 enne cagliaritano pluripregiudicato, perché si sarebbe reso responsabile del reato di furto aggravato

di Antonio Tore

 

Nella nottata l’equipaggio di una Volante, nel transitare in viale Marconi all’altezza dell’incrocio con la Via Sarpi, ha notato e riconosciuto un noto pregiudicato, Fabio Cherchi, attualmente in affidamento in prova ai servizi sociali. Gli Agenti si sono subito insospettiti del fatto che lo stesso si trovasse fuori di casa quell’ora tarda, ben sapendo che, in base alle prescrizioni della misura a cui è sottoposto, dovesse rincasare entro le ore 20:00.

Contemporaneamente il Cerchi, accortosi di essere stato visto dai poliziotti, avrebbe cercato di nascondere alla loro vista un oggetto che teneva in mano, aumentando l’andatura e dirigendosi verso la propria abitazione poco distante.

Una volta bloccato, i poliziotti hanno trovato nelle mani del pregiudicato l’ultimo modello della consolle “Wii-U” marca “Nintendo” ed è bastato poco per capire che ciò costituiva il bottino di un furto appena perpetrato all’interno del negozio di informatica situato a due passi da lì.

Da un controllo più accurato è stata rinvenuta anche la somma di 170€ in banconote e una chiave a brugola, presumibilmente usata come grimaldello.

Mentre gli agenti erano intenti a verificare la posizione del Cherchi, che non forniva nessuna giustificazione circa il possesso della merce, al 113 giungeva la telefonata del proprietario del negozio che riferiva del furto di una consolle, proprio dello stesso tipo di quello in possesso del Cerchi, oltre che della stessa somma di denaro asportata dalla cassa.

Dal sopralluogo effettuato dalla Polizia Scientifica, sarebbe stata rinvenuta all’interno del locale una chiara impronta della scarpa del Cherchi.

Il proprietario dell’esercizio commerciale, dopo avere formalizzato la denuncia, ha ripreso il possesso di tutto il materiale rinvenuto.

Cherchi è stato, quindi, arrestato per furto aggravato e denunciato per possesso di strumenti atti allo scasso.

Su disposizione del P.M. di turno è stato condotto presso la sua abitazione dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata di oggi.

 

Add Comment