Giornalisti austro-tedeschi alla scoperta del sud Sardegna

Giornalisti di lingua tedesca dal 23 al 27 giugno per un educational tour alla scoperta di bellezze, specialità e storia delle province di Cagliari e Oristano. L’iniziativa rientra nelle attività promozionali previste dall’intesa siglata da UnionCamere Sardegna con l’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio

 di Alessio Atzeni

Germania e Austria alla scoperta del sud Sardegna: una delegazione di sette giornalisti di alcune seguite testate di lingua tedesca sarà nell’isola dal 23 al 27 giugno per un educational tour alla scoperta di bellezze, specialità e storia delle province di Cagliari e Oristano. L’iniziativa rientra nelle attività promozionali previste dall’intesa siglata da UnionCamere Sardegna con l’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio.

Dati in forte crescita. “La Germania è il nostro primo mercato turistico – spiega l’assessora del Turismo Barbara Argiolas – i dati sul 2017 dicono che gli arrivi sono stati oltre 361mila, che hanno generato 1milione e 870 presenze nelle strutture ricettive isolane: un’ulteriore crescita rispetto al 2016, che era già stato un anno record. Lo scorso anno l’Austria è stato il nostro settimo mercato con 258mila presenze e una crescita del 7%. E le stime sul primo trimestre del 2018, un periodo storicamente molto fiacco per il nostro turismo, dicono invece che i viaggiatori di lingua tedesca stanno mostrando un forte e crescente interesse per l’isola anche nel cosiddetto “fuori stagione”. Tutto questo in un quadro che vede le presenze straniere ormai pareggiare quelle italiane, ma con una distribuzione che non si concentra solo sui mesi estivi”.

Interesse per turismo attivo e esperienziale. Per questa ragione, l’Assessorato sta dedicando, con la collaborazione delle Camere di Commercio, un’attenzione speciale alla promozione turistica della Sardegna in Germania: nei mesi scorsi, oltre alla partecipazione alle fiere di settore, sono stati organizzati anche eventi come “Territori del vino e del gusto” in alcune delle principali città tedesche. “L’interesse dei viaggiatori tedeschi – prosegue Argiolas – per il turismo attivo, l’outdoor, il turismo enogastronomico e culturale, che si concretizza in una presenza più forte nei mesi di spalla e autunnali, ci spinge, con la collaborazione di enti locali e imprese turistiche isolane, ad affiancare al grande traino del balneare nei mesi estivi, una serie di prodotti di qualità che creino nuove stagionalità e rafforzino quel trend di crescita che stiamo registrando negli ultimi anni”.

Le testate coinvolte. Tra le iniziative per aumentare la copertura e la visibilità della Sardegna nei confronti del pubblico tedesco, ecco dunque anche un educational tour per la stampa che coinvolge giornalisti da testate a tiratura nazionale, come “Süddeutsche Zeitung” (Monaco di Baviera) e “Die Presse” (Vienna), e regionale, come “Nürnberger Nachrichten NN” (Norimberga e nord Baviera), “Mannheimer Morgen” (Mannheim e regione tra fiumi Reno e Necker), “Westfälische Nachrichten WN” (Münster e territorio della Westfalia), “Passauer Neue Presse” (Passau e regioni della bassa e alta Baviera), “SWR Fernsehen” (emittente radio-tv per regioni Baden-Wüttenberg e Rheiland-Pfalz).

Impegno per promozione turistica della Sardegna. “Unioncamere e le Camere di Commercio della Sardegna – dichiara Agostino Cicalò presidente di Unioncamere Sardegna- confermano ancora una volta l’impegno e l’interesse a sostenere tutte le iniziative orientate alla promozione turistica della Sardegna. La convenzione attiva fra l’Assessorato al Turismo e il sistema camerale sardo prosegue con particolare impegno, anche alla luce dell’imminente conclusione dell’iter di costituzione della DMO, passo determinante per intensificare e rendere stabili le attività a sostegno dell’incremento delle presenze turistiche straniere che anche nel corrente anno stanno apportando un contributo determinante alla crescita del settore turistico ed a tutti i settori ad esso connessi, dal commercio, all’artigianato, all’agroindustria. Le attività di animazione oggi realizzate nel centro sud sardegna saranno replicate nel centro nord, consentendo alle testate giornalistiche ospiti, una visione la più completa possibile della nostra offerta turistica”.  

 Il programma del tour. L’educational prevede cinque giorni di full immersion nei territori delle province di Cagliari e Oristano con visite a Santu Lussurgiu, alla penisola del Sinis (Tharros), a Cabras (museo dei Giganti e borgo marinaro, nel territorio di Guspini e Arbus (le miniere di Montevecchio e le dune di Piscinas), a Barumini (villaggio nuragico), a Cagliari (con visita della città e del mercato di San Benedetto). Oltre a un programma di degustazioni guidate dei prodotti del territorio, la delegazione della stampa tedesca assisterà anche a un concerto tradizionale di Canto a cuncordu e visiterà il laboratorio di un maestro artigiano delle launeddas.