Cagliari, aggrediti due fratelli a Sant’Elia

Due uomini sono stati arrestati dai Carabinieri con l’accusa di aver pestato a sangue due fratelli a Sant’Elia. Si indaga sulle cause che avrebbero scatenato la furia dei due

di Antonio Tore

Dopo la mezzanotte, due uomini si sono presentati a casa di due fratelli, N.F. e S.F., che si trovavano agli arresti domiciliari.

 

I due fratelli, una volta aperta la porta di ingresso, si sono ritrovati tempestati di calci e pugni, senza aver potuto difendersi a causa della sorpresa.

Dopo l’intervento dei Carabinieri, i due fratelli hanno descritto gli aggressori che sono stati arrestati poco dopo, grazie anche alla individuazione della loro auto.

I due accusati, entrambi 40enni di Cagliari, A.R. e D.S., avrebbero sulle spalle numerosi precedenti penali.

I due, secondo la ricostruzione effettuata dai Carabinieri avrebbero ammesso di aver avuto una discussione con i due fratelli, ma nella loro casa sarebbero state rinvenute e sequestrate magliette intrise di sangue.

I due fratelli sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari per le lesioni al corpo e al volto, giudicate guaribili in 10 e 30 giorni.

I Carabinieri proseguono le indagini per ricostruire l’intera dinamica del fatto e per risalire alle cause che hanno provocato l’aggressione.