Elmas, le opere di Nonnis atterrano al Terminal di Aviazione Generale

L’aeroporto di Cagliari-Elmas si arricchisce delle opere di Franco Nonnis, affermato artista che espone in Italia e all’estero. Le creazioni riguardano 8 manichini che riproducono i colori dei  costumi di Desulo

di Antonio Tore

Non solo le eccellenze sarde di artigianato ed enogastronomia in vetrina all’Aeroporto di Cagliari: come già accaduto in passato, il ‘Mario Mameli apre i suoi spazi all’Arte e, in questi giorni, ospita nei locali del Terminal di Aviazione Generale alcune opere di Franco Nonnis. L’artista – già protagonista di diverse personali in Italia e all’estero ed esposto in modo permanente a Londra presso Le Dame ArtGallery, King & Rose Gallery e GBA&Design – parte questa volta dai colori dei costumi di Desulo, il suo paese di origine, per raccontare il viaggio senza tempo di un popolo alla ricerca di nuove opportunità, capace di portare con sé valori e capacità di esprimerli.

Le opere esposte sono 8 manichini industriali in vetroresina dipinti con colori acrilici su cui Nonnis è intervenuto con materiali come la juta, resine, pizzi antichi e foglia oro. Quasi tutti i manichini sono oggetti di recupero destinati all’eliminazione, che così acquistano nuova vita e riconquistano la propria dignità di oggetti salvandosi dalla discarica cui erano destinati. I personaggi rappresentati sono reali e vicini all’artista: ognuno a suo modo vive o ha vissuto un “esodo”; i fortissimi valori umani dei singoli vengono espressi dalla ricchezza dei colori e dei materiali utilizzati per la creazione dei manufatti. Nei manichini di Nonnis, l’essenzialità delle superfici lisce e anonime si arricchisce attraverso la sovrapposizione di materiali e cromatismi che, per contrasto o armonia, formano l’individualità e il carattere di ogni installazione.

La clientela esclusiva e internazionale del TAG a Cagliari avrà modo di partire in viaggio alla ricerca della bellezza seguendo il “disordine armonico” del 59enne artista sardo fino al 18 settembre 2018. Per tutti gli altri, l’appuntamento è rimandato a ottobre, in occasione della mostra “VIAGGI” al Castello di San Michele.

Add Comment