Cragno salva il Cagliari, un punto meritato

Il portiere rossoblù, a due minuti dal termine del recupero, para un rigore, concesso per uno sgambetto di Andreolli (entrato da pochi minuti) e la squadra divide la posta con la Samp, dopo una partita giocata con attenzione. Un palo colpito dal Cagliari e una traversa dalla Samp

di Antonio Tore

C’è voluta una parata di Cragno su un calcio di rigore assegnato alla Samp nei minuti di recupero e concesso da Rocchi per uno sgambetto di Andreolli, che era entrato da pochi minuti per sostituire Pisacane preda di crampi, per far si che il Cagliari non perdesse una partita giocata con attenzione in tutte le zone del campo e per quasi tutti i 95 minuti giocati.

La Samp, squadra ben messa in campo dall’ex Giampaolo, nel primo tempo non è riuscita ad imporre il proprio gioco, grazie proprio all’attenzione posta dai rossoblù nel controllo dei giocatori avversari. Anzi, il Cagliari si è reso più volte pericoloso nei rovesciamenti di fronte, anche se il portiere Audero non è stato impegnato in parate difficili.

Neanche Cragno, comunque, ha dovuto effettuare parate impegnative e questo fatto dimostra che entrambe le squadre hanno messo grande attenzione nelle marcature avversarie, senza, comunque, rinunciare al proprio gioco.

Maran ha riproposto la formazione tipo, anche se ha preferito Cigarini a Bradaric nella zona centrale del centrocampo e concedendo una serata di riposo a Romagna, sostituito da Pisacane. Dal suo canto Castro ha dimostrato di aver migliorato la propria condizione, dando velocità e recuperando molti palloni.

Sulla fascia destra, manco a dirlo, ha scorrazzato Srna, un vero stantuffo che ha crossato innumerevoli volte costringendo anche l’ex Murru a limitare le discese offensive.

Anche Farias, questa volta, ha dato il suo contributo alla squadra con anche ripiegamenti a centrocampo, pur risultando sconclusionato in fase offensiva, a parte il palo colpito.

I tifosi si sono certamente divertiti e anche la percentuale del 50% di possesso palla dimostra, in fondo, l’andamento della partita.

Passata la paura per il rigore, si può parlare di un punto guadagnato, anche se le speranze sono sempre quelle di vedere i rossoblù vincere al Sardegna Arena.

Ma la buona prova prestata dalla squadra nel suo complesso, fa ben sperare per il futuro. E sabato si va nella tana della corazzata Inter……