Berlusconi: “M5s comunisti dilettanti, Salvini sottomesso”

Agenzia Dire – www.dire.it

 Silvio Berlusconi a Milano spiega che Forza Italia ha “dato il via libera alla Lega per un senso di responsabilita’ nazionale, perché se non ci fosse stato il via libera si sarebbe andati a elezioni e ci saremmo trovati in una situazione ancora piu’ deteriore di quella che ci ha lasciato il 4 marzo. Speravo- aggiunge- che la Lega si accorgesse di quanto fossero lontani i Cinque stelle dal pensiero liberale, con tutti i vizi del vecchio comunismo ma con in piu’ il dilettantismo e l’ignoranza e di come fosse impossibile mandare avanti un governo con loro”.

Il leader di Forza Italia aggiunge che oggi “Salvini addirittura esprime pareri positivi per Di Maio e per altri. Non vorrei gli fosse venuta l’idea di poter andare avanti per un po’ di tempo e poi presentarsi alla prossime elezioni con M5s, chiedendo a noi di dargli solo qualche candidato. Di aver cioe’ quasi sottomesso M5s. E’ vero semmai il contrario. Ma io non credo a quello che qualcuno di noi paventa”.

“OGGI GIORNATA DEL SORRISO, MA SITUAZIONE PAESE DA PIANGERE”. “Oggi e’ la giornata del sorriso… prendo atto. Mio padre diceva che dobbiamo tutti tenere il sole in tasca e saperlo donare agli altri con un soriso. Mi spiace che proprio oggi parliamo della situazione del paese che e’… da piangere”.

“REDDITO CITTADINANZA? CI VUOLE ALTRO PER FAR FINIRE POVERTÀ”. “Il reddito di cittadinanza e’ una barzelletta, una bufala, una presa in giro degli italiani. I miliardi sono 9, significa che un reddito di cittadinanza di 780 euro al mese in un’anno e poco piu’ di 9 mila euro”. Dunque “al massimo sara’” coinvolto “un milione di persone” quelle “che potranno usufruire di questo reddito. Ci vuole altro per far finire la poverta’”. Lo dice Silvio Berlusconi al convegno ‘Idee Italia’, organizzata dagli azzurri all’Hotel Gallia di Milano.

“QUA DI FLAT TAX NON C’È MINIMO SENTORE”. “Qua di flat tax non c’e’ nemmeno il minimo sentore”.