Carla Fiorentino il 12 ottobre a Cagliari: “Cosa fanno i cucù nelle mezz’ore”

Prosegue il festival letterario organizzato da Lìberos, nell’ambito del festival letterairo Éntula. Venerdì 12 ottobre a Cagliari, al Babeuf di via Giardini sarà presente la scrittrice cagliaritana

di Antonio Tore

 

Ritratto credibile, mai consolatorio, né indulgente di una generazione alle prese con le ansie e le frustrazioni del diventare adulti, Cosa fanno i cucù nelle mezz’ore (Fandango, 2018) il primo romanzo di Carla Fiorentino sarà protagonista venerdì 12 ottobre a Cagliari del prossimo appuntamento di Éntula, il festival letterario diffuso organizzato dall’associazione culturale Lìberos.

Nella Roma dei primi anni 2000 Clementina e i suoi amici, un gruppo di Peter Pan terrorizzati dalle responsabilità, incrociano le proprie esistenze tra piccole miserie quotidiane e grandi aspirazioni destinate a fallire. Un esordio letterario già acclamato quello di Fiorentino che, reduce da PordenoneLegge, incontra i lettori al Babeuf, di via Giardini, alle 18 con Michele Biccone.

Cosa fanno i cucù nelle mezz’ore (Fandango, 2018). Clementina conta le macchie sul soffitto e parla con gatti immaginari: Porno ha una cartella sul desktop dell’ufficio chiamata “ancora di salvezza” piena di film porno, Pusher si affida ai libri, Flavia cura con le pietre, e Clara, be’, Clara a trent’anni è rimasta bloccata all’università senza una certezza. Tutti vivono nell’adorazione di Elettra, che è andata via ma prima li ha sedotti uno per volta.

Nella Roma dei primi anni 2000, tutti loro cercano “qualcosa di fondamentale”, quello che li salvi da riunioni insensate, da case precarie, da amori passeggeri, un progetto, il progetto della vita. Quando Clara trova nella soffitta del padre morto da poco un mucchio di dipinti con un unico soggetto – la vagina –, Clementina pensa di aver trovato una miniera d’oro da investire, ma per farlo dovrà elaborare un piano, vincere le resistenze di Clara, tirare dalla sua parte gli amici.

In un racconto che non fa sconti delle piccole miserie quotidiane e delle grandi aspirazioni destinate a naufragare, Carla Fiorentino racconta nel suo romanzo di esordio un gruppo di Peter Pan terrorizzati dalle responsabilità, arenati sui divani in attesa della grande occasione per sfuggire da se stessi.

Carla Fiorentino nasce a Cagliari nel 1979. A 19 anni lascia la Sardegna per studiare a Roma, dove si Laurea in Sociologia delle Letterature e inizia subito il suo viaggio nel mondo editoriale che dura da ormai 15 anni. Prima alla Dino Audino editore poi per quasi dieci anni come responsabile commerciale della casa editrice Nottetempo e ora come direttore commerciale della Emons libri & audiolibri

Add Comment