Rubrica: “Benessere e Bellezza” – L’INCI questo sconosciuto, cosa è?

Ogni settimana pubblichiamo un articolo dedicato ai temi del benessere e della bellezza

di Rossana Sulis

Tutte e tutti usiamo ogni giorno cosmetici, prodotti per il viso, il corpo, i capelli: ma sappiamo cosa contengono o meglio sappiamo leggere la loro composizione, quello che è definito con l’acronimo INCI?

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti presenti all’interno di un prodotto cosmetico.

Tutti cerchiamo prodotti naturali o a base naturale, possibilmente senza componenti di derivazione animale; ma come imparare a leggere la loro composizione e scegliere il migliore cosmetico, più rispondente alle nostre esigenze anche di tipo etico?

Gli ingredienti dei cosmetici sono indicati in ordine di quantità presente nel prodotto. Di solito, il primo ingrediente che compare è l’acqua, componente base di tutti i prodotti. Considerato che non siamo cosmetologi, se desideriamo avere una maggiore comprensione di questa dicitura ci sono on line delle applicazioni che possiamo scaricare e aiutarci in questo nostro desiderio di conoscenza.

Prodotti naturali e certificazioni

Spesso si parla di prodotti biologici e di prodotti naturali, e allora vediamo quali differenze ci sono tra queste due tipologie e fare così chiarezza quando affrontiamo un acquisto.

Un cosmetico si definisce naturale certificato, quando è composto da materie prime lavorate con processi naturali e non testato sugli animali; non contiene derivati del petrolio, conservanti sintetici, coloranti sintetici, siliconi, alcol, OGM o loro derivati; è composto da ingredienti naturali, che possono essere di origine animale (uova, miele, latte, ecc.) o minerale (rame, alluminio, silicio, ecc.). Possono essere lavorati tramite processi di tipo fisico (centrifuga, distillazione, essiccamento) o enzimatico/microbiologico.

Per cosmetico di origine naturale si può intendere, anche, un prodotto che, pur costituito da sostanze provenienti dal mondo vegetale, animale o minerale, può, tuttavia, aver subito processi chimici.

È bene pertanto, informarsi, per non lasciarsi ingannare dalla pubblicità dei prodotti. Se un prodotto è definito ecologico, significa che gli ingredienti che lo compongono sono eco-sostenibili nei confronti dell’ambiente. Quando è biologico, significa che parte degli ingredienti è di origine vegetale e proveniente da agricoltura biologia. Questo non vuol dire che il prodotto sia 100% naturale, poiché deve essere specificato anche quest’ultima informazione.

La pelle allergica

Altri importanti elementi da considerare, se si ha una pelle sensibile o allergica, sono le profumazioni o fragranze. Certamente rendono più gradevole l’utilizzo di un cosmetico, ma tuttavia possono essere irritanti per certi soggetti, per quanto il prodotto sia certificato e totalmente o quasi naturale. Non è detto che un prodotto dall’INCI, quasi totalmente verde, faccia per te. Se negli ingredienti leggiamo profumo o fragranze, per esempio, sarà bene evitare quel prodotto in quanto i profumi sono noti allergeni.

Infatti ci sono intolleranze rispetto ad alcune piante o derivati assolutamente naturali e certificati 100% di origine naturale, ma purtroppo esistono le allergie anche alle piante, ai fiori e ai profumi per quanto naturali. Parlando di pelle e cosmetici, sono molto frequenti le allergie da contatto, quando appunto la pelle non tollera il contatto con una specifica profumazione o sostanza.

Il talco, nello specifico, spesso utilizzato per i fondotinta o le ciprie ostruisce i pori. Meglio del talco è la polvere di mica, un minerale illuminante e setificante oppure l’amido di mais o la polvere di riso.

Quando gli elementi vengono indicati con il loro nome botanico originario in latino, vuol dire che non hanno subito processi chimici, ma sono stati inseriti tali e quali, mentre le sostanze sintetiche sono segnalate con il nome in inglese. I nomi in latino possono talvolta essere seguiti dalla specificazione in inglese della parte utilizzata della pianta in questione.

CI (color index) identifica i colori, seguito da un numero che ne indica la tonalità.

Il nostro consiglio.

E’ bene saper leggere l’INCI e poter scegliere il prodotto che è più di nostro gradimento sotto ogni aspetto e, tuttavia, alcuni ingredienti di sintesi sono utili per ottenere un effetto immediato. Il silicone, per esempio, rende un fondotinta decisamente più setoso e facilmente sfumabile rispetto ad un prodotto naturale.

In sintesi va bene attenzione e cura, ma senza cadere negli eccessi, perchè alcuni componenti sono determinanti per la gradevolezza ed il risultato.

 

Per verificare i componenti di alcuni prodotti, possono essere consultati i seguenti siti:

https://www.biodizionario.it/

http://www.verdebioapp.it/

https://www.biotiful.it/