Cagliari: Cimitero di San Michele preso d’assalto e auto lasciate in  sosta vietata a rischio rimozione

Tanti problemi per i parcheggi, limitati quelli nel cimitero di San Michele rispetto alla massa di persone che arrivano, inesistenti quelli nel vecchio cimitero di Bonaria ma  con numero di visitatori ben più ristretti.

redazione

L’assalto ai cimiteri cagliaritano è iniziato da diversi giorni,  oggi,  domani e dopodomani  ci sarà il culmine.

Tanti problemi per i parcheggi, limitati quelli nel cimitero di San Michele rispetto alla massa di persone che arrivano, inesistenti quelli nel vecchio cimitero di Bonaria ma  con numero i visitatori ben più ristretti.

Stando ai cartelli, uno provvisorio è stato istallato nel piazzale principale davanti all’ingresso del cimitero di San Michele che reca un chiaro divieto di sosta con rimozione eventuale  proprio in questi giorni che vieterebbe di lasciare le auto  nei  parcheggi con la striscia bianca. Ma i vigili sembrano non tenerne conto per fortuna.

Insomma considerati i prezzi dei fiori che lievitano indiscutibilmente in questo periodo, chi deve andare a visitare i propri defunti deve fare i conti anche con la mancanza di parcheggi e quindi cercare alternative  con qualche spiazzo sterrato privato  e sborsare  almeno 2 euro per la sosta. Poi tante auto lasciate lì dove non si può, ma tutti sperano che il carro attrezzi, almeno in questi giorni di onoranze ai defunti, non passi dalle parti dei cimiteri cagliaritani.