Sanità, Peru (FI): “Allarme per crisi Policlinico Sassari”

Il vicepresidente del consiglio regionale Antonello Peru (FI) conferma la situazione di crisi per il Policlinico Sassarese. Il comunicato stampa:

redazione

“La Regione con la revoca dell’accreditamento e, conseguentemente, della convenzione, sospende l’erogazione delle risorse per le prestazioni. Un colpo durissimo per il presidio sanitario. Chiederò all’assessore Arru che riferisca urgentemente in aula – rimarca il rappresentante degli azzurri – La revoca della convenzione con l’Ats determina l’interruzione delle attività all’interno della clinica”.

I timori per il futuro si allungano soprattutto sull’esercito dei duecento dipendenti: “La Regione non ha tenuto conto che il presidio sanitario non solo è una delle eccellenze del territorio, ma occupa diversi specialisti nei diversi settori della medicina 2.

Nel volto del numero due dell’assemblea regionale si nasconde la perplessità per un provvedimento paradossale: “E’ una situazione drammatica per i lavoratori della clinica sul viale Italia, con un destino ormai appeso ad un filo – aggiunge Peru – La cancellazione dell’accreditamento si tradurrà nel capolinea per le risorse umane presenti nei diversi reparti, con un posto di lavoro preziosissimo che sta per svanire, con tutte le conseguenze del caso, in un territorio, quello della Provincia di Sassari, dove trovare una nuova occupazione è un’impresa disperata”.

Non solo conseguenze negative sul personale, ma riflessi devastanti sulla riduzione dei posti letto già carenti nel Nord Sardegna.

“Il Policlinico sassarese costituisce un’eccellenza per il Nord Sardegna. Porteremo avanti una battaglia perché i posti letto rimangano sul territorio. E’ chiaro che la Giunta e i consiglieri regionali che rappresentano il territorio di Sassari e non solo, debbano intervenire con forza e far sentire la propria voce – conclude Peru – Occorre in tutti i modi evitare il collasso dei servizi sanitari e territoriali e, soprattutto, la nuova perdita dei posti di lavoro”.

 

 

Add Comment