Attacco alla libertà di stampa, solidarietà della UILCOM Sardegna ai giornalisti

Tonino Ortega, segretario UilCom sarda: “I rappresentanti del Governo dovrebbero sapere bene che i mezzi di informazione sono un pilastro della democrazia”

 redazione

Il Segretario Generale della UILCom Sardegna Tonino Ortega esprime solidarietà ai giornalisti della Sardegna dopo i recenti attacchi alla libertà di stampa.

Quando giornali e siti di informazione chiudono, dichiarano esuberi o sono costretti a contratti di solidarietà, a rimetterci non sono solo i lavoratori giornalisti e poligrafici, ma la democrazia nel nostro Paese – sottolinea Ortega –: per questo non possiamo che preoccuparci se l’informazione libera è messa in discussione da pesanti attacchi provenienti da un partito con importanti responsabilità di governo”.

Il mercato editoriale e quello pubblicitario vivono situazioni di estrema difficoltà, connesse anche alle trasformazioni tecnologiche e al peso dei colossi della Rete e dei trust televisivi – prosegue Ortega, rivolgendosi in particolare a tutti i lavoratori, cronisti e poligrafici, delle testate in crisi –.

I rappresentanti del Governo dovrebbero sapere bene che i mezzi di informazione sono uno dei pilastri della democrazia che ogni giorno, grazie al lavoro quotidiano di giornalisti e poligrafici, cercano di fornire a milioni di italiani una informazione rispondente alla verità sostanziale dei fatti, spesso smascherando notizie che qualcuno pretenderebbe di annunciare senza critiche o contraddittorio”.

Per questi motivi, visto che la libertà di stampa è un bene pubblico di primaria importanza, domani la UILCom Sardegna sarà presente al flash-mob organizzato dal sindacato dei giornalisti in Piazza Palazzo davanti alla Prefettura di Cagliari.