Uomo arrestato per adescamento di minori: i particolari forniti dalla Polizia

Conferenza stampa della Polizia sull’arresto di un 28enne cagliaritano che adescava minorenni su un sito di videogiochi e su Whatsapp

redazione

La Polizia di Stato nella giornata di ieri ha tratto in arresto un ventottenne residente a Cagliari resosi responsabile del reato di detenzione di materiale pedopornografico nonché di adescamento di minorenni e di pornografia minorile.

L’attività investigativa, svolta dal Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Cagliari, è nata dalle denunce di due mamme di minori di anni 10 le quali si erano accorte che i loro figli stavano intrattenendo conversazioni, inizialmente tramite la chat di una console e poi con successivi contatti che si sono trasferiti su “WhatsApp”, con un soggetto che ha chiesto ai minori l’invio di foto riproducenti le parti intime.

I successivi accertamenti hanno consentito di individuare un terzo minore (sempre di anni 10) in contatto con l’arrestato che ha ricevuto da quest’ultimo un regalo consistente in una ricarica Skin Fortnite (gioco virtuale) con molta probabilità per ottenere le foto intime del minore.

A seguito di perquisizione personale, locale ed informatica delegata dalla locale A.G. nei confronti del ventottenne, sono stati rinvenuti e sequestrati dispositivi digitali (pc portatile e smartphone) dalla cui analisi si è avuta conferma dei contatti con i tre minori nonché la presenza di file video e immagini di natura pedopornografica.

Sul telefono cellulare in uso all’arrestato sono state, altresì, rinvenute delle video chat intrattenute con minori durante le quali i bambini si denudano simulando atti sessuali.

Di seguito il link sulle attività svolte dalla Polizia Postale:

http://www.poliziadistato.tv/c_CIuL5gU4eF

Add Comment