Quartu: divieto per un 30enne di avvicinarsi alla sua ex  

La vittima, nello scorso mese di dicembre, aveva presentato una querela per il reato di atti persecutori nei confronti di un 30enne, con il quale aveva intrattenuto una breve relazione sentimentale

redazione

La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa a carico di T.C. 30enne cagliaritano, pregiudicato.

Nella mattina di ieri gli investigatori della Sezione Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Quartu Sant’Elena hanno dato esecuzione alla misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa dal reato di atti persecutori perpetrati in pregiudizio di una donna di anni 30.

La vittima, nello scorso mese di dicembre, aveva presentato una querela per il reato di atti persecutori nei confronti di un 30enne, con il quale aveva intrattenuto una breve relazione sentimentale.

Dalla fine della relazione sentimentale, l’uomo aveva posto in essere frequenti incursioni sul luogo di lavoro della ragazza, appostamenti sotto la sua abitazione, frequenti telefonate, messaggi telefonici e pubblicazioni di post effettuati attraverso social network con cui la ingiuriava, molestava e minacciava.

Il G.I.P. presso il Tribunale di Cagliari ha quindi adottato la misura cautelare con il divieto di avvicinamento all’abitazione ed al luogo di lavoro della donna prescrivendo all’indagato di mantenere nei confronti dell’ex compagna la distanza di 500 metri con divieto di comunicare attraverso qualsiasi mezzo.

Add Comment