Calcio, serie A: il Cagliari ne prende tre al Meazza con il Milan  e ora la situazione si fa difficile

Il Cagliari, colpito almeno nel primo goal dalla malasorte, si è dimostrato ancora fragile e con un gioco approssimativo e con vari errori individuali  in difesa  e a centrocampo 

di Sergio Atzeni

E’   iniziata con uno sfortunato autogol di Ceppitelli la partita  del  Cagliari allo stadio Meazza e la squadra ha  mostrato subito uno stato per lo meno di grave incertezza tecnica.
Serna si é  mostrato ancora non al cento  per cento e poche  volte si è sganciato e sul  secondo gol di Paquettà qualche colpa ce l’ha.

Un  barlume nel primo tempo  il  colpo di testa di Joao Pedro che il portiere del Milan para.
il Milan continua a fare la sua partita è il Cagliari attende però con  la lentezza che contraddistingue la squadra di Maran.  Fino alla mezz’ora del primo tempo è il Milan padrone incontrastato per il Cagliari solo  qualche timido attacco in contropiede e    un paio di  occasioni  da goal  vengono create .

Si ė mosso  bene Pellegrini sulla sinistra con molto dinamismo, qualche cross interessante ma l’azione del Cagliari si è dimostrata nel primo tempo sostanzialmente lenta.
All’inizio del secondo  tempo il Cagliari tenta  di farsi sotto nell’area avversaria con molte discese di Luca Pellegrini, c’è qualche cross interessante ma la manovra rimane sostanzialmente lenta, il Milan mostra di controllare la situazione. Poi la traversa di Joao Pedro al 15°  dopo un cross di Pellegrini, veramente scarognato il Cagliari.

Subito dopo, al 17° arriva il terzo gol per il Milan segnato da Piontek dopo due  parate di Cragno è una grande   confusione in area.  Il Milan tranquillo cambia Piontek con  Cutrone.
I rossoneri  sono  padroni  del campo anche nel secondo tempo  e  controllano  tranquillamente  il Cagliari e con un paio di passaggi  veloci arrivano  sempre  nell’area rossoblu pericolosamente.

Al 30° l’esordio nel Cagliari del giocatore bulgaro Despodov al posto di Ionita.
Errore di Cepitelli al 35° che  smarca  in area  Suso che  si mangia un gol, esce Joao Pedro sostituito da Bradaric.
occasione al 40° per Ceppitelli che dopo un calcio d’angolo davanti al portiere tira alto.
Al 90° si fa male anche Faragò che esce, continua la sfortuna del Cagliari e  la partita finisce senza recupero.

Sembra che il Cagliari abbia perso il sistema di gioco perché appare in campo quasi improvvisato. Troppi gli errori individuali sintomo di grande difficoltà.
Un particolare: tutte le squadre che giocano contro i rossoblù,  siano in crisi o meno, giocano la partita della vita e sembrano avere molte marcia in più dei rossoblu.   Qualunque giocatore in crisi che non segna da tempo col Cagliari gioca come un leone… tutto questo deve far pensare.

Milan 3  – Cagliari 0

13′ aut. Ceppitelli (C), 22′ Paquetá (M), 62′ Piatek (M)

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria (66′ Conti), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà; Suso, Piatek (65′ Cutrone), Calhanoglu (77′ Borini). All. Gattuso

 CAGLIARI (4-4-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Pellegrini; Faragò, Ionita (76′ Despodov), Barella, Padoin (68′ Deiola); Joao Pedro (80′ Bradaric), Pavoletti. All. Maran

Ammoniti: Faragò (C)

 

Add Comment