Corteo solidale degli studenti “Pastori non arrendetevi”

Malgrado il ministro Matteo Salvini abbia deciso di anticipare a giovedì il tavolo degli accordi sul prezzo del latte, i pastori si preparano a una nuova giornata di manifestazioni e scendono in piazza anche gli studenti a fianco degli allevatori.

Sfilano in corteo a Cagliari gli studenti dietro lo striscione Pastores no t’arrendas. E’ ormai da otto giorni che gli allevatori portano avanti la battaglia per una  remunerazione del prezzo del latte equa.

Partito dal Liceo Classico “Siotto” di Cagliari, il corteo si è diretto verso il Palazzo del Consiglio Regionale della Sardegna.

Molti gli istituti scolastici che si sono uniti al corteo. Manifestazione pacifica senza orientamenti politici ma solo il simbolo sardo dei 4 mori e qualche fumogeno.

Sembra che il corteo continuerà ad ingrossarsi con altri partecipanti. Si svolgerà nel pomeriggio il tavolo degli accordi con l’assessorato dell’Agricoltura della Regione. Sono stati gli industriali caseari che hanno chiesto una settimana per valutare le richieste dei pastori, e la settimana termina oggi.

Manifestazioni non solo a Cagliari ma anche a Decimoputzu dove le scuole, anche quelle dell’infanzia manifestano coi genitori non andando a scuola.

Simile manifestazioni a Serdiana dove studenti di elementari e medie coi genitori hanno manifestato in favore dei pastori.I pastori hanno regalato il latte ai manifestanti.

A Macomer sono circa duemila gli studenti che stanno manifestando accanto ai pastori. A S. Gavino sciopero del liceo Scientifico, Pedagogico e Linguistico.

I pastori hanno versato il latte nella centrale via Roma di Villamar. A sostenerli c’erano cittadini, amministratori comunali e gli studenti dell’istituto Alberghiero, anche loro in sciopero di solidarietà.

Rimangono chiuse le serrande degli esercizi commerciali in segno di solidarietà.

In Alta Marmilla, gli allevatori presidiano il bivio di Escovedu, frazione di Usellus. Manifestano anche gli allevatori di Assolo, Curcuris, Pau, Senis e Albagiara, inoltre i pastori hanno bloccato la Statale 131 Dcn al bivio di Bitti-Lula.

Una grossa fetta di Sardegna sembra essere investita da questa ondata di manifestazioni e solidarietà per le richieste dei pastori che non accennano a fermarsi.

Add Comment