Ecco la mappa radio di 300 mila galassie, frutto del lavoro di 200 scienziati

Grazie a 25.000 antenne disseminate in sette stati europei, 200 ricercatori sono arrivati a tracciare le emissioni di oltre 300.000 galassie. Ci lavorano anche gli scienziati dell’Inaf e dell’Alma mater di Bologna

Agenzia Dire   – www.dire.it

BOLOGNA – Hanno tracciato le emissioni di oltre 300.000 galassie, alcune lontane anche miliardi di anni luce. Una mappa radio, che in calce reca anche la firma italiana, che però rappresenta appena il 2% del cielo. Eppure, pur riguardando una piccola porzione di Universo, si tratta comunque di una mole di dati immensa, pari al contenuto di 10 milioni di dvd, che servirà per fare nuova luce sulla fisica dei buchi neri e sull’evoluzione degli ammassi di galassie.

Il progetto di ricerca, realizzato grazie al telescopio europeo Low frequency array (Lofar), è portato avanti da un gruppo internazionale di oltre 200 ricercatori provenienti da 18 Paesi, di cui fanno parte anche gli scienziati dell’Inaf e dell’Università di Bologna. I primi 25 articoli che descrivono i risultati ottenuti sono stati pubblicati oggi in un numero speciale della rivista scientifica ‘Astronomy and astrophysics’.

Il Lofar è al momento la rete operativa più estesa al mondo per osservazioni radioastronomiche in bassa frequenza ed è formato da 25.000 antenne raggruppate in 51 stazioni distribuite al in sette Stati europei.

Add Comment