A Quartu screening gratuito della vista per i bimbi dai 3 ai 6 anni

Nel Poliambulatorio di via Turati a Quartu Sant’Elena, per due pomeriggi al mese, saranno effettuate visite gratuite per identificare precocemente le diminuzione dell’incidenza delle carenze visive

di Antonio Tore

Uno screening gratuito rivolto ai bambini dai 3 ai 6 anni per diagnosticare il più precocemente possibile qualsiasi deficit visivo ed ogni alterazione della  motilità oculare e indirizzare i bimbi che risultano positivi ad effettuare la visita oculistica. Lo scopo è instaurare tempestivamente il trattamento adeguato dell’ambliopia, patologia difficilmente recuperabile dopo i 6 anni di età.
Per ora lo screening è rivolto solo alle scuole dell’infanzia della città di Quartu Sant’Elena.

Lo screening si svolge presso l’ambulatorio di ortottica del Poliambulatorio di via Turati (5° Piano) due pomeriggi al mese (il lunedì e il giovedì) dalle 15 alle 17 e viene effettuato da 2 ortottiste ed è rivolto ai bambini che non abbiano mai eseguito accertamenti oculistici e ortottici. Al termine dell’esame verrà rilasciata una scheda di valutazione con l’esito positivo o negativo.

L’ambliopia: cosa è.
L’ambliopia è causata da una stimolazione inadeguata del sistema visivo durante il periodo critico (da 0 a 6 anni) per il normale sviluppo della funzionalità visiva. E’una delle anomalie oculari più comuni nell’infanzia e colpisce tra il 2 e il 4% della popolazione infantile. L’ambliopia non trattata costituisce la maggior causa di riduzione visiva. La stimolazione inadeguata del sistema visivo, quando causata da fattori organici (cataratta congenita, ptosi, opacità corneali, retinopatia del prematuro, colobomi papillari) deve essere diagnosticata  e trattata nei primi mesi di vita affinché possa essere messo in atto un adeguato programma riabilitativo. Altre cause di ambliopia funzionale sono: strabismo, anisometropia e ametropie binoculari importanti.
L’ambliopia funzionale, più spesso conosciuta col nome di “occhio pigro”, è una patologia oculare che comporta una diminuzione dell’acuità visiva monoculare o binoculare,  correggibile con una precoce diagnosi entro il quarto/quinto anno di età, periodo in cui il sistema oculare è ancora plastico e quindi suscettibile di eventuali mutazioni e miglioramenti. Per diagnosi si intende l’individuazione della causa dell’ambliopia, quindi la prescrizione di ausili ottici e talvolta dell’occlusione. L’obiettivo finale dello screening consiste nella diminuzione dell’incidenza, nella popolazione pediatrica, delle carenze visive di natura ambliopica.

Per prenotare
Gli appuntamenti per lo screening, vengono presi telefonicamente dalle ortottiste Michela Brundo e Angela Silvia Solinas, chiamando al numero 0706097234 dalle 12.30 alle 13.30, dal lunedì al venerdì.

 

Add Comment