Donato alla MEM di Cagliari un visore per ipovedenti

Alcuni giorni fa è stato donato all’Amministrazione comunale un visore per ipovedenti, ancora in garanzia e di ultima generazione

di Antonio Tore

È stato un gesto molto bello da parte degli eredi di un professore del conservatorio, la cui vita è ben descritta in queste bellissime parole della figlia Zdenka Rocco.

“Giacomo Rocco era uomo eclettico di grande curiosità e cultura. Nato nel 1944 a Rovigno d’Istria, si è trasferito in Sardegna nel 1968. Musicista, ha insegnato pianoforte e lettura della partitura al Conservatorio Statale di Musica “G. P. da Palestrina” di Cagliari, dove ha prestato servizio per circa trent’anni. All’insegnamento ha sempre affiancato una feconda attività artistica come maestro esecutore per l’Istituzione dei Concerti e del Teatro Lirico di Cagliari e collaboratore di alcune realtà associative culturali sarde”.

Negli ultimi anni della sua vita, il professor Rocco è stato colpito da una grave patologia agli occhi che gli ha progressivamente reso difficile la vista e, in particolare, la lettura da lui tanto amata. Negli ultimi mesi del 2018 è stato colpito da un tumore che si è rilevato tanto rapido quanto incurabile.

“L’eredità più grande che ha lasciato a chi gli è stato vicino – prosegue Zdenka Rocco –  è la consapevolezza dell’importanza di non fermarsi mai alla superficie delle cose, chiedendosi sempre perché le cose accadono.
Con questo lascito abbiamo deciso di donare alle cittadine e ai cittadini di Cagliari il suo video ingranditore, dispositivo che gli avrebbe permesso di continuare a leggere, studiare e approfondire. Strumento che auspichiamo possa essere di supporto alle persone ipovedenti. E di donare la sua biblioteca. Sicuri di interpretare il suo monito a continuare sempre, tutte e tutti, nell’esercizio del dubbio, grazie anche alla lettura”.

Il visore è già a disposizione degli utenti presso la MEM Mediateca del Mediterraneo e, a breve, lo saranno anche i volumi della biblioteca del professor Rocco.