Riti della settimana santa ad Iglesias

Dal martedi santo alla domenica di Pasqua processioni e visite alle chiese in attesa del giorno della resurrezione. Protagonisti i giovani fedeli, chiamati Baballotis

di Antonio Tore

L’Arciconfraternita della Vergine della Pietà del Santo Monte è la custode delle manifestazioni tradizionali della Settimana Santa iglesiente e organizza diverse processioni nelle strade della città vecchia assieme alle Confraternite del Santissimo Sacramento e di San

I riti iniziano il Martedì Santo, con i giovani fedeli, chiamati Baballottis, che danno inizio alla processione dei Misteri, trasportando a spalla sette statue raffiguranti i momenti  della Passione. I confratelli dell’ Arciconfraternita del Santo Monte indossano un abito bianco, ornato di fiocchi neri e un cappuccio che copre il viso.

Il Mercoledì Santo i fedeli che si recheranno nella chiesa di San Michele per la commemorazione dei Germani defunti, cioè i nobili dell’Arciconfraternita.

Il Giovedì Santo i Baballottis danno vita ad una suggestiva processione in onore dell’Addolorata. Il simulacro della Madonna Addolorata, che cerca Gesù nelle chiese della città, è accompagnata dal suono caratteristico dei tamburi, delle matraccas e delle raganelle.

Il Venerdì Santo la processione ha inizio al mattino e visita le chiese della città secondo un percorso ascensionale che richiama la salita di Cristo al Calvario. I giovani Baballottis recano sulle spalle una piccola croce. Nel pomeriggio, i Germani depongono il Crocifisso con il rito de S’Iscravamentu. Alla sera, con la processione del descenso, mettono in scena una vera e propria rappresentazione sacra del funerale di Cristo, secondo la tradizione barocca spagnola.

Durante il Sabato Santo, la chiesa di San Michele resta aperta fino a tardi per consentire ai fedeli l’adorazione del Cristo morto.

La Domenica di Pasqua le campane suonano a festa mentre l’immagine di Cristo Risorto fa il suo trionfale ingresso in cattedrale. Nella mattinata una processione accompagna Cristo Risorto mentre l’altra segue la Madonna. Secondo tradizione, dopo itinerari diversi, i due cortei si uniscono per proseguire insieme verso la cattedrale. In questa circostanza, i fedeli offrono ai Confratelli, il coccoi de pasca, un tipo di pane tradizionale. qu