Dl sicurezza bis, ecco la bozza: più sanzioni a chi soccorre e limiti al Mit. Fonti M5S: “Neanche in Corea del Nord”

Secondo fonti del M5S “Matteo Salvini non sa più cosa inventarsi per coprire il fallimento sui rimpatri”

Agenzia Dire – www.dire.it

ROMA – Dodici articoli. È l’ossatura del Decreto legge sicurezza bis, completato oggi dal ministero dall’Interno: introduce nuove norme che chiariscono le competenze dei vari dicasteri a proposito di sbarchi, inasprisce le misure contro i trafficanti di esseri umani e le sanzioni per chi aggredisce le Forze dell’Ordine.

Un’altra norma è la già annunciata “spazza clan” per smaltire l’arretrato nei tribunali. Il decreto prevede l’istituzione di un commissario straordinario e l’assunzione di 800 persone con impegno di spesa per oltre 25 milioni di euro. Permetterà di notificare sentenze ai condannati attualmente in libertà e garantire così l’effettività della pena.

Tra le altre novità, il potenziamento delle operazioni sotto copertura per contrastare l’immigrazione clandestina. E non manca una novità in vista delle Universiadi 2019 a Napoli: in città arriveranno 500 militari in più.

“Il sicurezza bis? Nemmeno in Corea del Nord roba simile. Si inventa di tutto per coprire il suo fallimento sui rimpatri”. Cosi’ fonti M5s all’agenzia Dire.

LEGGI LA BOZZA DEL DECRETO

Add Comment