Cagliari: CLab, venerdì la finalissima al Teatro Massimo

Per Bacfarm, Bio-NK, ReGenFix, Relaxis, Threas e Wildeey in palio 50mila euro di premi. Salute, alimenti, ambiente, medicina tra i temi in finale. “Il nostro percorso costruisce cultura imprenditoriale” rimarcano Maria Del Zompo e Maria Chiara Di Guardo. In foto i finalisti 2019

redazione

Oggi, lunedì 13 maggio, il rettorato ha ospitato la presentazione della finale regionale della sesta edizione del Contamination Lab dell’università di Cagliari. La sfida conclusiva si tiene venerdì 17 maggio alle 17 al Teatro Massimo (viale Trento). Al Clab 2018 hanno preso parte 120 allievi. Alla conferenza hanno preso parte il rettore Maria Del Zompo, la responsabile scientifica e pro rettore per l’Innovazione, Maria Chiara Di Guardo, il docente Mario Mariani (The NetValue) e i team in finale. Testimonial dell’evento le start up Maga, EaBlock e Hiveguard, in finale nel 2018. La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione su www.clabunica.it.

FINALISTI E GIURATI. Bacfarm (mercato dei carotenoidi per l’industria alimentare, cosmetica e high tech; Giulia Guadalupi, Samuele Antonio Gaviano e Davide Emilio Lobina), Bio-NK (kit diagnosi precoce del morbo di Parkinson; Nicoletta Sainas, Elias Manca e Francesca Pischedda), ReGenFix (rigenerazione colonne cromatografiche, indispensabili per produzione di cosmetici, farmaci e vaccini; Emma Cocco, Andrea Murru, Michele Francesco Meloni e Alessia Mereu), Relaxis (alimento funzionale per colon irritabile; Anna Maria Rowena Corona, Elisabetta Secchi e Piergiacomo Tedde), Threas (supporto gestione dello stress con estratti dalla pianta di Whitania Somnifera; Daniela Pulvirenti, Emanuele Addari, Valeria Aresu e Alessandro Corona) e Wildeey (è app su salvaguardia mondo animale; Carla Carboni, Matteo Lazzaro Dessì, Elena Marcias ed Eros Quesada) avranno sette minuti ciascuno per presentare la propria idea. La giuria che valuterà i pitch è composta da investitori, giornalisti specializzati, operatori del mondo della finanza e rappresentanti di imprese multinazionali. Testimonial del CLab 2019 le start up della scorsa edizione: Eablock (sicurezza informatica e blockchain), Hiveguard (monitoraggio alveari) e Maga (brevetto per apparecchio ortodontico magnetico). Roberta Floris (Rete 4) presenterà la serata. In giuria – composta da investitori, giornalisti specializzati, operatori del mondo della finanza e rappresentanti di multinazionali – Carlo Mannoni (Fondazione di Sardegna), Sara Lovato (United ventures), Marta Nervo (Vertis), Elena Vittone (Endeavor Italia), Susanna Zuccarini (Invitalia ventures), Beth Poisson (ministro consigliere Affari pubblici, Stati Uniti), Giuseppe Cuccurese (Banco di Sardegna) e Ghjuvan’Carlu Simeoni (FemuQui ventures).

PREMI. “Sono orgogliosa di voi. L’ateneo rafforza la propria immagine, crea occasioni di studio e approfondimento, include e accoglie. La nostra mission prosegue con forza su didattica, ricerca e confronto” ha detto il rettore Maria Del Zompo. “Sono in gara progetti intriganti, su temi attuali e ricchi di appeal. Inoltre, per la prima volta abbiamo con noi dieci rappresentanti di altrettanti CLab nazionali” aggiunge Maria Chiara Di Guardo. “La finale del CLab mantiene alto il concetto di contaminazione multidisciplinare” rimarca Mario Mariani. Previsti riconoscimenti in denaro e servizi per oltre 50mila euro. Tra questi, premio speciale da 3.000 euro del rettore dell’Università di Cagliari, alla startup che sapere e conoscenza universitaria per risolvere un problema. Premio speciale di 2.500 euro dall’Associazione Alumni del CLab UniCa con Naked Panda e Community Crea UniCa. Ai primi tre classificati andranno premi in denaro e servizi da Sardegna Ricerche (12.000 euro), Ambasciata Usa (5.000 euro), Banco di Sardegna (5.000 euro), The Net Value (2 mesi negli spazi Tnv), Open Campus (2 mesi all’Open Campus), TechiTalia Lab London, Ingegni artigianato e design (1.000 euro), Amazon (servizi), Tecnoengi (1.000 euro), Digital Innovation Hub (2.500 euro), Banca di Cagliari (1.000 euro).

BEST PRACTICES E OSPITI. Il CLab di UniCa – volto a costruire e indirizzare alla cultura d’impresa – è stato premiato dal Miur e dal Mise (ministeri Università e Sviluppo economico), è capofila del network nazionale e ritenuto format ideale per la formazione avanzata. Nato nel 2013 è ritenuto l’evento più importante in Sardegna. Un appuntamento che mette a confronto idee imprenditoriali innovative di studenti e neolaureati e le fa incontrare con investitori, imprenditori, esperti e operatori finanziari. La finale ha visto crescere negli anni la partecipazione della popolazione interessata alle tematiche di impresa e startup e non solo, divenendo un vero e proprio appuntamento annuale del territorio. La serata prevede svago e intrattenimento artistico. Sul palco Reth Power (Migliore small business coach 2018 in USA, già ospite di Huffington Post, The Wall Street Journal, collaboratore di Cnbc, Forbes e Thrive Global), Anna Michela Musiu (campionessa mondiale di tip tap, Parigi), Jenia Lukichova (ballerina presso Rai e Finivest, presente a Festival di Sanremo, Le Iene, Zelig, Checco Zalone Show, X-Factor, Amici di Maria De Filippi), Riccardo Mannai (pianista e cantante).

Informazioni: Laura Poletti – Crea UniCa 070.6758440 – www.unica.it

Add Comment