Torta Caprese: prelibata e morbida,  nasce da un errore

Torta Caprese, delicata e profumata una vera e propria leccornia. Ecco la storia e la ricetta

 di Ilaria Todde

 Nell’isola di Capri, nel 1920, un cuoco di nome Carmine di Fiore creò quasi per caso un golosissimo capolavoro la “ Torta Caprese ”.

Il cuoco, solo nel suo piccolo studio circondato dai suoi utensili, stava lavorando a una torta alle mandorle per tre malavitosi giunti a Capri che dovevano comprare una partita di ghette di Al Capone.

Tutto procedeva al meglio ma, in un momento di distrazione preso dalla fretta di finire al più presto, il cuoco commise un errore che avrebbe potuto mettere a rischio la sua reputazione da rinomato chef.  Dimenticò di aggiungere la dose di farina necessaria per completare l’impasto della sua torta infornandola senza rendersene conto.

A fine cottura, con sommo stupore, la torta nonostante l’errore era una vera e propria prelibatezza risultando morbida al centro e croccante fuori, rendendo i tre malavitosi soddisfatti a tal punto che chiesero la ricetta.

Involontariamente Carmine di Fiore inventò una torta “gluten free” adatta anche ai celiaci. Si potrebbe dire sbagliando s’inventa!

Di questa torta non esiste una vera e propria ricetta base perché sono molteplici le combinazioni di gusti e le ricette in circolazione.

Ricetta Torta Caprese

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

  • 170 g di cioccolato fondente grattugiato
  • 170g di zucchero a velo
  • 170g di burro ammorbidito
  • 148g di albumi a temperatura ambiente
  • 85g di tuorli a temperatura ambiente
  • 85 g di polvere di mandorle
  • 85g di polvere di nocciole
  • 25g di fecola di patate
  • 14g di cacao amaro in polvere
  • 4g di lievito per dolci
  • 1/2 baccello di vaniglia

Procedimento:

  • Riscaldare il forno a una temperatura di 170º ventilato. Imburrare e infarinare lo stampo da 22 cm.
  • Versare in una ciotola il burro morbido, metà dello zucchero (85g) e i semi della bacca della vaniglia.
  • Con un planetaria o con le fruste elettriche, montare in burro a una velocità medio-alta e dopo circa 5 minuti aggiungere i tuorli a temperatura ambiente, montare fin quando il composto non risulterà spumoso.
  • In un’ altra ciotola miscelare le polveri: unire il cioccolato grattugiato, la farina di mandorle, la farina di nocciole. Setacciare la fecola di patate con il lievito e il cacao in polvere
  • In un altra ciotola versare gli albumi e il rimanente zucchero a velo e montare con le fruste ben pulite, altrimenti gli albumi non monteranno.
  • Miscelare aggiungendo al composto di tuorli e burro un terzo degli albumi montati, poi un terzo delle polveri e amalgamare bene con una Marisa (lecca pentole) con um movimento dal basso verso l’alto.
  • Mano mano aggiungere quello che resta e continuare vi che non si ottiene un impasto uniforme.
  • Versare il composto nello stampo, infornare a 170º forno ventilato per circa 45minuti.