Tanta  nostalgia  ma anche  sprone per   i giovani   nel  libro di  Franco Cruccas “Olimpia- Esperia, il grande Derby – cronaca della Pallacanestro cagliaritana 1948-1968”

L’intenzione  dell’autore   è quella  che non vada perduta  la memoria delle vicende sportive di allora e per rendere il giusto merito ai protagonisti che l’hanno resa grande. In particolare il racconto si sofferma sull’interesse e l’entusiasmo che suscitavano le più importanti squadre quando si affrontavano nei derby.

di Sergio Atzeni  

Franco Cruccas, rispolvera ancora i ricordi della grande  pallacanestro cagliaritana  che non c’è  più  con il suo Amarcord che ha   come interpreti principali  le squadre cittadine  dell’Olimpia e dell’Esperia.
Così è nato il libro  “Olimpia- Esperia, il grande Derby – cronaca della Pallacanestro cagliaritana 1948-1968”  dopo il primo lavoro “La mia Esperia, una Piccola storia”.

L’intenzione  dell’autore   è quella  che non vada perduta  la memoria delle vicende sportive di allora e per rendere il giusto merito ai protagonisti che l’hanno resa grande. In particolare il racconto si sofferma sull’interesse e l’entusiasmo che suscitavano le più importanti squadre quando si affrontavano nei derby.

Franco Cruccas è stato  un giocatore,  quindi un addetto ai lavori e nel 1962, a soli 16 anni, ha debuttato in prima squadra con l’Esperia. Ha giocato gli ultimi quattro derby contro l’Olimpia, prima di passare, nella stagione 1968-69, al Brill Cagliari contribuendo alla storica promozione in serie A della squadra cagliaritana. All’Esperia è tornato nel 1989 da allenatore nel settore giovanile, portando in finale nazionale gli Allievi del ’75 (erano nove anni che una squadra sarda non otteneva quel risultato).

In questa  nuova fatica Franco Cruccas  parte  dal 1948 fino al  1968 anni in cui   la pallacanestro sarda ha attraversato diverse fasi, dal predominio dell’Aquila alla nascita dell’Esperia  che portò ai primi scontri memorabili tra le due società cagliaritane fino al successivo sorpasso della società granata che mantenne per anni la sua egemonia.

“Nacque poi l’Olimpia” racconta Cruccas “che, con la sua veloce scalata ai vertici della pallacanestro cagliaritana, raggiunse l’Esperia ridando alla città le emozioni dei derby, per alcuni anni dimenticate. Tante furono le partite che le due agguerrite società disputarono in quel lungo periodo, scrivendo pagine indimenticabili di storia sportiva, ricostruite attraverso la lettura degli articoli che L’Unione Sarda vi ha puntualmente dedicato”.

Nelle intenzione dell’autore “Olimpia- Esperia, il grande Derby – cronaca della Pallacanestro cagliaritana 1948-1968” non è soltanto un nostalgico percorso a ritroso nelle vicende della pallacanestro cagliaritana, ma vuole essere uno sprone per i numerosi giovani che già praticano o si apprestano a conoscere questo sport e un augurio ai tanti spettatori perché possano provare, questa volta uniti, le stesse emozioni che le vecchie sfide regalavano ai tifosi delle – allora – opposte fazioni.

 

Add Comment