Seminario: “La scienza grafologica ausilio della giustizia. Professionalità e applicazioni pratiche”

Sabato 22 giugno ore 9 Via San Giacomo 111 – Cagliari.  Dalla Sicilia alla Sardegna. Un equipe di esperti dialogherà sui diversi approcci, aree di indagine e risultati.

di Antonio Tore

La grafologia forense, studio e analisi della scrittura come strumento di supporto della giustizia. Quando è necessario periziare una scrittura? Quanti tipi di perizia esistono? In che modo intervengono la grafologia e il grafologo? Da questi interrogativi prenderà il via, questo sabato, il convegno a ingresso libero sul tema dal titolo: “La scienza grafologica ausilio della giustizia.

Professionalità e applicazioni pratiche” che si svolgerà a Cagliari, dalle ore 9 alle 13, presso la sede di Afs in via San Giacomo 111. Dalla Sicilia alla Sardegna. Un equipe di esperti dialogherà sui diversi approcci, aree di indagine e risultati.

L’incontro è organizzato dall’ente di formazione Arigraf (associazione Italiana di Ricerca Grafologica nell’area del Mediterraneo), in collaborazione con Alta Formazione e Sviluppo, Fondazione Istituto “Carlo Felice”, A.G.I (associazione grafologica italiana), AGP (associazione grafologi professionisti), Forinst e Aiga (associazione italiana giovani avvocati).

La squadra di professionisti sarà composta da Maria Valentina D’anna, grafologa specializzata in età evolutiva; Stefano Porcu psicologo, psicoterapeuta; Paola Pischedda avvocato del foro di Cagliari e criminologa, Aurora Prestianni criminologa e grafologa professionista; Daniele Solinas avvocato del foro di Sassari nonché componente Aiga  nazionale; Sara Gullotti avvocato, consigliere nazionale di Aiga Patti; Francesco Dellavalle presidente Forinst e Salvatore Caccamo, grafologo specializzato in grafologia giudiziaria nonché presidente ArigrafMediterraneo.

«L’iniziativa nasce dall’esigenza di divulgare le professionalità del grafologo anche in campo giudiziario – afferma Caccamo – la perizia grafica non può essere disposta per analizzare la personalità dell’autore del reato né il grafologo può estendere la sua indagine alla personalità ma deve limitarsi a definire l’attribuzione di uno scritto ad un determinato gesto grafico. Tuttavia – sottolinea –  in alcuni casi ed in alcuni ambiti, quali quelli minorili, è ammissibile l’analisi grafologica quale ausilio alle indagini psicologiche».

Arigraf locandina

Add Comment