Pimpa fa tappa a Tresnuraghes

Il tour regionale promosso dalla Biblioteca di Sardegna approderà dal 21 luglio al 10 agosto presso gli spazi espositivi del Museo Casa Deriu

di Antonio Tore

Il tour estivo di Pimpa in Sardegna fa tappa a Tresnuraghes. Dopo il successo della prima data a Cargeghe, nel Sassarese, la popolare cagnolina a pois creata dall’illustratore Altan e che da oltre 40 anni fa affezionare generazioni di giovani lettori, sarà protagonista di una mostra in programma dal 21 luglio al 10 agosto presso gli spazi espositivi del Museo Casa Deriu, con taglio del nastro previsto per domenica 21 luglio alle ore 19.

Promossa da Franco Cosimo Panini Editore e curata dall’associazione culturale Hamelin,  la mostra propone, attraverso pannelli interattivi, giochi e attività, un viaggio nel fantastico mondo di Pimpa, dei suoi personaggi e delle sue avventure.

La mostra si inserisce nel circuito di un tour regionale voluto dalla Biblioteca di Sardegna e che, dopo le date a Cargeghe e Tresnuraghes, proseguirà il proprio viaggio nell’isola con tappe a Berchidda, Jerzu, Gavoi e in una località del Cagliaritano in via di definizione.

Spiega Laura Panini, presidente della Franco Cosimo Panini Editore: «Siamo molto contenti che la nostra amata Pimpa arrivi in Sardegna con una mostra a cui teniamo particolarmente. Si tratta di un viaggio alla scoperta del personaggio e del suo linguaggio, per apprezzarne l’unicità e per capire come riesce, con spontaneità e allegria a coinvolgere i bambini da oltre quattro generazioni».

«Un personaggio che – aggiunge Giovanna Santoru, presidente della Biblioteca di Sardegna – più che un fumetto è una vera e proprio icona pop, non solo attuale ma addirittura contemporanea. Pimpa ci ha insegnato infatti al rispetto nei confronti di tutti gli esseri animati ma anche al rispetto delle cose, dettandoci un nuovo ordine di valori: inclusivo, partecipativo, comunitario. Questo il motivo del suo successo oltre che la ragione per cui continui ad essere un personaggio tanto amato anche dagli educatori come sussidiario alla formazione in età scolare e prescolare».

La mostra sarà visitabile ad ingresso libero negli orari di apertura del Museo Casa Deriu, dal mercoledì alla domenica, dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30.

 

 

 

Add Comment