Uta: “Ballus” per presentare le tradizioni e le culture di diverse nazioni

La manifestazione folcloristica si svolge dal 30 luglio al 2 agosto ed è organizzata dalla Proloco

di Antonio Tore

Con Ballus, Uta porterà in scena la bellezza, le tradizioni e le culture di tante nazioni provenienti da tutte le parti del mondo. La manifestazione propone la Parata del folclore e la serata di gala internazionale dedicata alla promozione e alla valorizzazione delle espressioni tradizionali e popolari della Sardegna.

Attraverso Pichiàdas – Suoni ed espressioni musicali dell’isola si potranno ascoltare i più importanti musicisti sardi accompagnati da coppie in abito tradizionale che mostrano i passi delle varie aree geografiche dell’isola.

Scenario principale dell’Incontro Internazionale del Folclore sarà il Santuario romanico di Santa Maria di Uta, risalente al XII secolo, location tanto amata dagli abitanti di Uta, garantendo all’evento un’atmosfera particolare e unica .

La manifestazione è ormai un appuntamento fisso per il paese e si tiene la prima settimana di agosto,

Uta si riempie dei tanti turisti che durante l’estate affollano l’hinterland e le coste isolane, desiderosi di entrare in contatto con la cultura sarda e con quelle estere.