Cagliari: parte col piede giusto la stagione ufficiale

In 10 uomini dal 40° del primo tempo, i rossoblù reggono la reazione del Chievo Verona e chiudono la partita con una vittoria. Buon esordio dei nuovi acquisti

di Antonio Tore

Accompagnati dal tifo e dalla passione di oltre 12.ooo tifosi, sono stati 20 minuti scintillanti nella prima partita ufficiale, culminati con due gol di pregevole fattura di Joao Pedro (puntuale col gol in questo inizio di stagione) e Rog, alla sua prima rete in rossoblù.

La partita sembrava ormai avviata sui binari giusti, quando al 40°, su un errore di posizionamento della difesa, Rafael è stato costretto ad una avventurosa uscita al limite dell’area, commettendo l’ingenuità di toccare il pallone con le mani: rosso inevitabile e squadra in 10 uomini.

Maran è corso ai ripari, facendo entrare in porta Aresti, costringendo Birsa all’uscita. La squadra, fino a quel momento molto equilibrata e propositiva, è stata rimodellata, con Nainggolan punto di riferimento e raccordo tra difesa e attacco, tenendo, comunque, in campo le due punte Joao Pedro e Pavoletti, quest’ultimo in posizione di play maker per dare una mano alla formazione rossoblù.

Neanche il tempo di metabolizzare la nuova disposizione che il Chievo, formazione ordinata e preparata per l’immediato ritorno in serie A, ha accorciato le distanze a seguito degli sviluppi del calcio di punizione assegnato dopo l’espulsione del portiere del Cagliari.

I rossoblù, comunque, non si sono demoralizzati ed hanno arginato senza grossi affanni gli attacchi dei veronesi fino al 90°. In pieno recupero l’occasione più ghiotta è capitata sui piedi di Stepinski: il pallone, tuttavia, è finito a lato della porta di Aresti.

Del Cagliari è piaciuta la prima parte di gara con giocate veloci e spettacolari, anche se la difesa ha ballato in diverse situazioni, in particolare con il capitano Ceppitelli. Una piacevole sorpresa è stata la prestazione di Pinna, giovanissimo difensore che, all’ultimo momento, ha dovuto sostituire il nuovo acquisto Mattiello. Pinna ha ben interpretato il ruolo, dialogando in velocità soprattutto con Nainggolan, sulla fascia destra e portandosi in più occasioni anche al cross dal limite dell’area del Chievo. Pregevole anche uno stop al volo al centro del campo, accompagnato dagli applausi del Sardegna Arena.

Da rivedere le giocate e il ruolo di Nandez, mandato in campo nel finale per far rifiatare il centrocampo rossoblù. Positive, senz’altro, le prestazioni di Nainggolan e Rog, quest’ultimo autore di una discesa e incursione nell’area avversaria, conclusa con il suo primo gol con la maglia del Cagliari.

E adesso, domenica al Sardegna Arena, comincia il campionato contro il Brescia di Cellino e di Balotelli, che, comunque, non sarà in campo.

 

Add Comment