Musica e cinema: al via il XIII Festival Creuza de Mà

Tra Cagliari e Carloforte, programma e ospiti dal 10 settembre
di Antonio Tore
Torna a Cagliari il Festival Creuza de Mà. Dall’11 al 14 ottobre 2019 il Capoluogo della Sardegna diventa palcoscenico privilegiato di proiezioni di film e documentari, masterclass, concerti, incontri con musicisti, registi e attori, masterclass e corsi di primo livello, che faranno da  “volano per la promozione del territorio”.

Ne è certo il regista Gianfranco Cabiddu. Di oggi la conferenza stampa di presentazione, durante la quale il professionista cagliaritano che del Festival è direttore artistico, ha anche sottolineato: “Creuza de Mà – Musica per cinema giunge alla sua tredicesima edizione. Siamo molto contenti di questo piccolo traguardo per una manifestazione che per prima in Italia si è focalizzata sul rapporto tra immagini in movimento e suono”.

“La musica del film non è musica di servizio, cioè quella musica che vive solo in funzione del film. La tenuta della buona musica da film se ben strutturata secondo una sintassi propria e una sua logica interna – ha aggiunto Cabiddu citando Morricone – a prescindere dalle immagini, tiene anche in forma di concerto. Perché la musica e il suono non sono qualcosa da sovrapporre alle immagini, ma sono qualcosa che respira insieme, nel ritmo delle immagini, è il vento che muove le foglie”.

Organizzato dall’associazione culturale Backstage, Creuza de Mà anche quest’annosi svilupperà secondo una ben collaudata formula. Si comincia dunque il 10 settembre da Carloforte. Per sei giorni, la caratteristica cittadina sull’Isola di San Pietro ospiterà gli attori Angela Fontana e Michele Riondino, autori di colonne sonore come il duo Pivio e Aldo De Scalzi, registi come Marco Danieli, Antonello Grimaldi, Bonifacio Angius, Igort e lo stesso Gianfranco Cabiddu, reduce dal successo di “Il Flauto Magico di piazza Vittorio”, il film musicale da lui diretto assieme a Mario Tronco, presente anch’egli con la cantate e attrice Petra Magoni. A introdurre proiezioni e serate (programma completo al link più sotto), Neri Marcorè, il poliedrico artista, attore, conduttore, comico, cantante.

Sostenuto dal Comune, per il palinsesto della seconda e conclusiva fase del Festival a Cagliari tra l’11 e il 14 ottobre, l’idea è quella di presentare “Altura”, il film del 1948 le cui musiche sono state firmate dal sardo Ennio Porrino. Uno spaccato culturale dell’Isola, così come lo spettacolo “Sonus e memoria”, con la regia dello stesso Cabiddu, che con un cast d’eccezione ritrae la Sardegna dagli anni Venti agli anni Cinquanta.

“Il Festival Creuza de Mà dà lustro alla Regione”, hanno rimarcato all’Assessorato regionale della Pubblica istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport.