Cagliari: tre giorni di festa a Giorgino con la 34/a Sagra del Pesce

Tra un fritto misto e un insalata di mare o un piatto di penne con le cozze, gli ospiti verranno allietati dagli spettacoli allestiti dal Comitato di Quartiere Villaggio Pescatori con la collaborazione dell’Associazione “Casa di Suoni e Racconti”

Redazione 

“Noi puntiamo molto sul turismo eno-gastronomico a trecentosessanta gradi in tutte le sue sfumature”. Ed è per questo motivo che l’Assessore alle Attività Produttive e Turismo, Alessandro Sorgia, ha garantito il massimo appoggio dell’amministrazione alla trentaquattresima edizione della Sagra del Pesce di Giorgino in programma dal 6 all’8 settembre nel Villaggio Pescatori.

Saranno tre giorni di festa alle porte delle città, con un’anteprima fissata per venerdì 6, giornata dedicata a musiche e danze, prima che la sagra entri nel vivo.

I dettagli della manifestazione sono stati illustrati in una apposita conferenza stampa alla quale ha partecipato l’Assessore Sorgia che si è detto pronto a favorire iniziative di questo genere, capaci di dare lustro e visibilità a Cagliari dal punto di vista turistico. “Da uno studio che arriva da Bergamo, abbiamo appreso che l’aspetto eno-gastronomico è una componente importante del turismo, tanto che il 63% di chi deve scegliere una destinazione per un viaggio, lo fa valutando questo aspetto. Non è un caso che anche nella App turistica istituzionale che stiamo predisponendo, ci sarà spazio per queste manifestazioni e per luochi come il Villaggio Pescatori”.

Tra un fritto misto e un insalata di mare o un piatto di penne con le cozze, gli ospiti verranno allietati dagli spettacoli allestiti dal Comitato di Quartiere Villaggio Pescatori con la collaborazione dell’Associazione “Casa di Suoni e Racconti”. Coordinati dal prezioso lavoro di Andrea Congia e Giulia Virdis, saranno tanti gli interpreti che daranno il loro contributo alla buona riuscita delle tre serate.

Il tutto sotto lo sguardo attento del Presidente del Comitato Villaggio Pescatori, Carlo Floris, che senza soste si è prodigato nell’organizzazione. “Dispiace quest’anno dover far pagare un piccolo ticket ma le nostre risorse sono limitate. È, però, per noi del Villaggio un grande orgoglio essere arrivati alla trentaquattresima edizione di questa Sagra, portata avanti con grande sacrificio”.

Trenta le famiglie che abitano il Villaggio e che saranno coinvolte non solo nell’accoglienza ma anche nella predisposizione del cibo che gli ospiti consumeranno nel corso delle tre serate.

E a dare un contributo importante è stato anche il CTM che, rappresentato dal suo presidente Roberto Porrà, ha allestito delle corse speciali che partiranno da Piazza Matteotti per arrivare nel cuore del Villaggio Pescatori. “Il fatto che siano previste circa diecimila persone, spinge ancora di più all’utilizzo dei nostri mezzi che sono comodi e sicuri.

Per i tre giorni della Sagra, ci saranno delle apposite corse che a partire dalle 19 collegheranno il centro città con il Villaggio ogni dieci minuti. L’ultima corsa partirà a mezzanotte da Giorgino e per la sicurezza dei viaggiatori e degli autisti, ogni mezzo avrà a bordo una guardia giurata che si occuperà anche del rilascio dei biglietti”.