San Teodoro (Sassari):  Spiaggia “La Cinta”,  dov’è obbligatorio fermarsi perché è lì che si trova il paradiso

di Sergio Atzeni

La spiaggia “La Cinta”, una delle perle   della Sardegna,  si presenta come  una striscia  di fine  e leggera sabbia che quasi brilla  là  sulle tante  dune dove vivono i ginepri  come gelose  sentinelle arboree.

La stupenda  spiaggia protegge e genera una laguna amena formando uno scenario naturalistico raro da trovare in Europa ma anche in tutti gli altri  continenti.

Cinque chilometri di sabbia candida senza scogli o rocce che si tuffa in un mare cristallino celeste-azzurro in un aria che profuma di Mediterraneo,  di giglio ed elicriso.

Un litorale dove la natura detta la sua legge di tranquillità e guarda  verso l’area  marina di Punta Coda Cavallo  e  isola di Tavolara .

Bagnarsi e come rilassarsi in questa mare basso e trasparente che degrada lentamente e inavvertitamente quasi a confondersi con la  laguna a due passi.

“La Cinta” è anche il luogo adatto  a delle passeggiate rilassanti immersi nella natura variegata e originale.

Chi  passeggia nella zona ha la compagnia assicurata  di  folaghe, aironi rossi e germani reali inquilini proprietari della laguna  che è regno  anche dei fenicotteri rosa,  che stazionano  nelle acque salmastre a ridosso delle dune.