Paulilatino (Oristano): Lugherras, il complesso nuragico  protetto da ben 7 torri

Libera e ideale foto-ricostruzione del nuraghe

di Sergio Atzeni

Il nuraghe Lugherras (Paulilatino – Oristano)   trilobato,  cioè con  tre torri laterali e un mastio o torre centrale,  è uno delle circa centodieci torri nuragiche   del  territorio comunale.

Il mastio risale all’età del Bronzo Medio (1600 – 1300 a.C.), con una mega  architrave e due camere sovrapposte, mentre le tre torri secondarie  risalirebbero a un periodo successivo forse   all’età del Bronzo Recente (1300 – 1150 a.C.).

All’interno della cinta muraria è dislocato  un cortile, difeso da una torretta, la  costruzione trilobata  è circondata da un antemurale con quattro torri.

Una fortezza quindi a tutto tondo che ha permesso per decine di secoli la difesa dei luoghi e della popolazione che risiedeva nei dintorni.

Il nuraghe venne utilizzato fino al periodo cartaginese, (VI secolo – 238 a.C.) e anche in quello romano (238 a.C. – 456 d.C.), quando sulla sommità della struttura venne edificato un tempio dedicato a Demetra e Kore.