“Paris- Brest”,  il dolce circolare in onore della corsa ciclistica omonima di 1200 Km

La storia del dolce è abbastanza recente, la sua nascita risale al 1910 a Brest in Francia, grazie al pasticcere Louis Durand che rispondendo alla domanda del giornalista Giffard decise di realizzare questa corona dolce in onore della corsa ciclistica.

 di Ilaria Todde  

Il dolce di oggi è dedicato a tutti gli amanti del ciclismo, la “ Paris- Brest” racconta una storia ricca di dolcezza fra una pedalata e l’altra,  prende il nome dalla corsa omonima “ Paris – Brest – Paris”, 1200km in bicicletta iniziata  alla fine dell’Ottocento.

Nel 1891, il giornalista Pierre Giffard , padre del moderno giornalismo da reportage organizzatore di corse ciclistiche e editore di riviste sportive, ha realizzato questo percorso riportandolo anche sul “ Petit Journal”, la manifestazione contò più di 400 iscrizioni, successo dovuto proprio dalla popolarità del biciclo, la bicicletta moderna nata nel 1860. Anni dopo venne riproposta dal giornale “ Auto-Velo” e nel dopoguerra da “ L’Equipe”.  Oggi però ogni 4 anni viene organizzato un raduno per amatori, senza premi o riconoscimenti.

La storia del dolce è abbastanza recente, la sua nascita risale al 1910 a Brest in Francia, grazie al pasticcere Louis Durand che rispondendo alla domanda del giornalista Giffard decise di realizzare questa corona dolce in onore della corsa ciclistica.

Il dolce è composto da un disco di Pasta Choux , una sorta di “ ruota magica” perché questo tipo di impasto lievita grazie al vapore acqueo che proviene dall’acqua presente al suo interno. Dando questa forma circolare si vogliono ricordare due cose. La prima la ruota dei ciclisti che affrontano con fatica e determinazione il percorso, la seconda la corona di alloro un noto simbolo di gloria nella Grecia antica che veniva posto sulla testa dei re, degli imperatori, ma anche trofeo per i vincitori delle gare sportive e dono della dea Vittoria che porgeva un ramo d’alloro intrecciato agli eroi.

Ricetta Paris-Brest

Ingredienti per la pasta Choux:

  • 200ml di acqua
  • 125g di farina “00”
  • 80g di burro
  • 3 uova
  • 5g di zucchero
  • 2g di sale

Ingredienti per la crema al cioccolato bianco:

  • 800g di cioccolato bianco
  • 600ml di panna fresca liquida

Per guarnire:

  • 1 uovo
  • B mandorle in scaglie
  • 100g di fragole
  • 100g di frutti di bosco

Procedimento per la pasta Choux:

  • In un tegame versare il burro, la zucchero, il sale e l’acqua. Accendere il fuoco basso e mescolare con un cucchiaio in legno. Portare il composto ad ebollizione e unire la farina precedentemente setacciata.
  • Mescolare energicamente per evitare la formazione di grumi.
  • Quando il composto si sarà addensato continuare a cuocerlo a fuoco bassissimo fino a quando non si staccherà facilmente dalle pareti e formerà una patina bianca.
  • Versare il composto in planetaria e unire un uovo per volta.
  • Versare il composto in una sac-à-poche con una bocchetta di di 10mm e dressare il composto su una teglia formando il famoso cerchio di circa 20 – 22 cm di diametro, in totale dovranno essere 3 cerchi: due concentrici è uno sovrapposto ai due.
  • Spennellare con l’uovo sbattuto e cospargere con le mandorle a lamelle.
  • Cuocere in forno ventilato a 140º – 150º per circa 1 ora oppure in forno statico a 160º per circa 1ora e 10 minuti.

Preparazione per la crema al cioccolato bianco:

  • In un pentolino scaldare la panna liquida e quando sfiorerà il bollore aggiungere il cioccolato bianco.
  • Mescolare con la frusta per far sciogliere bene il cioccolato.
  • Far addensare la crema e fuoco dolce, quindi trasferirla in una ciotola che avrete posizionato in un’altra ciotola più grande con del ghiaccio.
  • Con le fruste elettriche montare la crema in modo da renderla più soffice.

Assemblaggio:

Tagliare il cerchio di pasta Choux a metà in modo tale da poterla farcire con la crema al cioccolato bianco, le fragole e i frutti di bosco.

 

http://www.comuni24ore.it/2019/09/21/sardegna-tavola-ecco-le-10-regole-doro-per-una-perfetta-pasta-choux-o-bigne/?fbclid=IwAR2JqpavQXBfwpsuGOMaS5N7__MlqUNGAx4IQkxafOmmQ7DnKpEGI6KY8FQ

Add Comment