I Necci,  dolci d’autunno a forma di cannoncino farciti con ricotta 

La versione con la ricotta è quella più conosciuta ma esiste anche una versione salata che serviva ad accompagnare i gustosi salumi toscani

di Ilaria Todde

I Necci o “ Nicci ” sono dei dolci tipici dell’ Appennino pistoiese e della Garfagnana, dove il termine “ Neccio ” assume il significato di castagno. 

Questo dolce che ricorda l’autunno ha origini molto povere, prevede l’uso di ingredienti semplici e di stagione come le castagne che stanno alla base dell’impasto. La consistenza dei Necci ricorda quella delle crespelle. Vengono farciti con della ricotta dolce e chiusi come se fossero un cannoncino.

La versione con la ricotta è quella più conosciuta ma esiste anche una versione salata che serviva ad accompagnare i gustosi salumi toscani. I Necci rappresentano il pasto, freddo, dei carbonai e dei taglialegna, ma anche quello conviviale delle famiglie di un tempo.

La ricetta più antica prevedeva la lavorazione della ricotta con il miele e solo in un secondo momento si è passati allo zucchero. Anche per quanto riguarda la cottura ci sono state delle modifiche nel tempo, prima si usavano i “ testi ”, dei dischi di ferro con un lungo manico che venivano unti leggermente con dello strutto e scaldati grazie alla brace del caminetto. Una volta cotti, i Necci, venivano impilati in un apposito “ piccolo scafale” di legno, per separali l’uno dall’altro venivano usate delle foglie di castagno. Oggi questa particolare tecnica si è andata un pò a perdere e sempre più spesso, per riprodurre il gustoso piatto in casa viene usata una semplice padella antiaderente.

Ricetta dei Necci

Ingredienti per 5 Necci:

  • 150g di farina di castagne
  • 100 – 120 ml di acqua
  • 5g di sale
  • 5g di zucchero
  • Olio o burro per ungere il padellino anti aderente per la cottura

Ingredienti per la farcitura:

  • 300g di ricotta di mucca fresca
  • 30g di miele ( scegliete un miele che sia di vostro gradimento )

Procedimento:

  • Passare la setaccio la ricotta in modo da togliere eventuali grumi, unire il miele e amalgamare bene il tutto.
  • Setacciare la farina di castagne in una ciotola per renderla vaporosa.
  • Aggiungere lo zucchero, il sale e l’acqua poco per volta mescolando con una frusta per evitare la formazione di eventuali grumi.
  • A seconda della macinatura della farina potrebbe essere necessaria più o meno acqua, si dovrebbe ottenere un composto non troppo liquido, simile a quello delle crespelle.
  • Riscaldare la padella e ungerla con un pò di olio o di burro usando, con un fazzoletto di carta togliere l’eccesso di grasso, versare uno o due mestoli di impasto par cuocere 2 – 3 minuti per lato.
  • Una colta cotto posizionare il neccio su un piatto e farcirlo al centro con la ricotta, arrotolarlo e servirlo.