Le donne forti tra mito e leggenda: a Sassari il 9 dicembre

Maura Gancitano e Andrea Colamedici presentano “Liberati della brava bambina”

redazione

Da Elena di Troia a Danaerys Targaryen del Trono di Spade, passando per le fate Morgana e Malefica. Otto miti al femminile, otto storie di donne che non si sono piegate alle imposizioni sociali. Maura Gancitano e Andrea Colamedici presentano lunedì 9 dicembre alla Camera di Commercio di Sassari (ore 18.30) il saggio “Liberati della brava bambina” (Harper Collins 2019). Dialogheranno Giusi Marrosu e Maria Paola Curreli. L’incontro è organizzato grazie alla collaborazione tra Festival Éntula e Festival Lei.

Il libro – Cosa significa essere donna? Non alzare la voce, non ribellarsi. Obbedire al padre, al marito, alla società. Significa calma e sottomissione. Dover essere una brava bambina, poi una brava moglie e una brava madre. Eppure per qualcuna tutto questo non basta. Attraverso otto storie che spaziano dal mito alla contemporaneità, gli autori raccontano l’altra faccia della luna: e cioè come fin dagli albori dell’umanità, in saghe, leggende ed epopee letterarie, i modelli di donne forti sono sempre stati ridotti al silenzio.

Gli autori – Maura Gancitano, filosofa e scrittrice, conduce workshop di Filosofia della Narrazione e di Educazione Sentimentale.

Andrea Colamedici, filosofo e scrittore, è l’autore de Il Codice del Mito (Mursia 2018).

Insieme hanno ideato Tlon, scuola di filosofia, casa editrice, libreria teatro e agenzia d’eventi. Insieme hanno scritto Tu non sei Dio (2016), Lezioni di Meraviglia (2017) e La Società della Performance (2018). Conducono per Amazon Audible il podcast Scuola di Filosofie e collaborano con varie università (tra cui RomaTre, Politecnico di Torino, IED di Milano). Hanno condotto per Radio Rock la rubrica Rocksofia e scrivono per la rivista Linus.