Un brivido, ma il Cagliari non muore: 2-2 col Sassuolo all’ultimo minuto

Colpita a pochi minuti dall’inizio della partita, la squadra rossoblù sbanda, subisce il secondo gol e, con pazienza, ri-costruisce l’incontro e la rimonta. Joao Pedro e Ragatzu firmano il pareggio

di Antonio Tore

Un Cagliari diverso da quello che aveva fatto vivere intense emozioni nella partita con la Sampdoria. Pur schierando la squadra dei “titolari” ha subito l’iniziativa del Sassuolo (reduce da un ottimo pareggio in casa della Juventus) ed ha subito un gol al settimo minuto, facendosi trovare scoperta in difesa. In difficoltà Pellegrini sulla fascia sinistra che ha subìto la velocità e la decisione in particolare di Berardi.

Poco incisiva la squadra rossoblù, non ha creato grandi pericoli al giovane portiere Turati e al 36° il Sassuolo, con una azione veloce, ha firmato il raddoppio con Djuricic.

Il Cagliari assorbe il colpo, ma non riesce a scuotersi e creare vere occasioni da gol con Simeone che sembra fuori dalla gara e Joao Pedro che gira a vuoto.

All’inizio del secondo tempo Maran corre ai ripari e getta nella mischia Cerri (al posto di Simeone) e Lykogiannis che sostituisce l’altalenante Pellegrini.

Al 6° minuto del secondo tempo Nainggolan prova da fuori area: il pallone  si impenna e Joao Pedro, di testa, brucia l’avventurosa uscita del portiere del Sassuolo, riaprendo la partita.

Al 20°, però, la situazione sembra precipitare: Lykogiannis, cadendo, colpisce il pallone col torace e il pallone gli finisce sul braccio largo: per l’arbitro è rigore. Berardi colpisce la traversa e lo stesso giocatore si avventa sul pallone: gioco fermo.

La partita si avvia alla conclusione con Nainggolan che prova diverse volte il tiro da fuori area, senza ottenere risultati.

Al 78° Maran effettua l’ultima sostituzione: fuori Nandez e dentro Ragatzu. L’ultima occasione della partita arriva in pieno recupero: Nainggolan (sempre lui) lancia in un corridoio Joao Pedro che non controlla perfettamente, ma nel contrasto con un avversario, il pallone finisce a Ragatzu che, senza pensarci, tira sul primo palo e regala il pareggio al Cagliari.

I rossoblù mantengono il quarto posto in classifica, ance se oggi il gioco non è stato brillante. E lunedì alla Sardegna Arena scenderà la Lazio, squadra in grande salute. Ci si aspetta il solito pienone e il calore del pubblico amico per spingere il Cagliari ad un’altra grande impresa.