Cagliari: “Dai Retabli pittorici della Sardegna all’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci”

redazione

Leonardo e i retabli pittorici della Sardegna. I dipinti come chiave interpretativa per accedere agli enigmi dell’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci e della più antica Divina Proporzione.

La loro forma singolare e la ripetizione costante della loro scansione metrica e compositiva ci regala sviluppi dai risvolti inesplorati e di inevitabile “clamore”. A svelare un risultato davvero inatteso il Direttore del Polo Museale della Sardegna, Giovanna Damiani, e lo storico dell’arte Roberto Concas, autore dello studio, presentato nel corso di una serata cocktail, dal titolo “Dai Retabli pittorici della Sardegna all’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci”.

Una lunga ricerca durata quasi trent’anni,  ha permesso di ritrovare la formula iniziale di un antichissimo codice. Tra le centinaia di opere verificate, anche di grandissimi artisti, il famoso disegno dell’uomo vitruviano che, esaminato con puntigliosa attenzione, svela gli enigmi di un possibile “inganno” ordito da Leonardo da Vinci e rimasto celato, a tutti, per cinque secoli.

L’incontro ha consentito un approfondimento con molte inedite notizie che, tra l’altro, illustrano proprio la genesi, i risultati, gli sviluppi, e i prossimi obiettivi.

Descrizione