Il Cagliari strappa un punto a San Siro: 1-1 con l’Inter

Con un possesso palla del 60%, il Cagliari ha tenuto bene il campo contro una delle aspiranti allo scudetto. Poche le occasioni da gol da entrambe le parti, ma Cragno e Handanovic hanno effettuato importanti parate

di Antonio Tore

Il Cagliari esce da un San Siro affollatissimo con un importantissimo punto, conquistato con pieno merito e un palleggio ricco di passaggi e ragnatele che hanno impedito all’Inter di esprimere il proprio gioco aggressivo.

Maran ha proposto Oliva al posto di Cigarini e Walukievicz al posto dello squalificato Pisacane. Il giovane polacco ha offerto una prestazione positiva, coadiuvato da Klavan al centro delle difesa.

I due avevano a che fare con due mostri sacri come Lukaku e Lautaro Martinez, ma  a parte qualche brivido, gli attaccanti nerazzurri  non sono riusciti a superare facilmente la barriera rossoblù e, nelle poche occasioni in cui ci sono riusciti, Cragno (al suo rientro dopo 5 mesi dall’infortunio alla spalla)è stato pronto e reattivo.

Con Nandez a destra e Pellegrini a sinistra il Cagliari ha costretto Biraghi e Moses ad un superlavoro, ma proprio dai piedi di quest’ultimo è nato l’assist per Martinez che, con astuzia, nello stacco di testa spinge Walukievicz e spiazza Cragno, portando in vantaggio l’Inter.

Il Cagliari non si dà per vinto e riprende il fraseggio e sul finire del primo tempo sfiora il pareggio con un colpo di testa di Faragò che costringe Handanovic a togliere il pallone dal sette.

Nel secondo tempo la musica non cambia: il Cagliari macina gioco, anche se Simeone e Joao Pedro non pungono più di tanto, ma la costante spinta di Nainggolan e Nandez (ottime prove le loro) hanno impedito all’Inter di creare pericoli.

Da una incursione dei rossoblù e da un assist di Joao Pedro nasce il gol del pareggio di Naingollan che con un tiro da fuori area colpisce il piede di Bastoni e spiazza Handanovic per il meritatissimo pareggio del Cagliari.

Da quale momento l’Inter perde un pò di tranquillità e, pur riversandosi nella metà campo del Cagliari, non riesce a scardinare l’attenta difesa.

Nel finale saltano i nervi a Lautaro che, dopo essere stato ammonito dall’arbitro per un fallo a centrocampo, reagisce mandando platealmente il direttore di gara a quel paese. E dopo il cartellino giallo, Manganiello estrae il rosso e manda l’argentino negli spogliatoi. Poi la solita sceneggiata abituale dei campi italiani, con un capannello di giocatori interisti infuriati che non ottengono alcun risultato.

Il pareggio, se vogliamo, sta stretto al Cagliari che non ha creato tante situazioni di pericolo davanti al portiere avversario, ma è stato capace di tenere testa ad un avversario che lotta per il titolo.

Dopo di due pareggi esterni, si torna alla Sardegna Arena: il campionato del Cagliari sembra ripartito.