Cagliari pasticcione e sfortunato: il Genoa vince 1-0

All’assenza di Cigarini, si somma quella del suo naturale sostituto Oliva. Nei primi 23 minuti si infortunano anche Faragò e Cacciatore. Un gol di Pandev, appena subentrato, porta in vantaggio il Genoa

di Antonio Tore 

Un Cagliari in evidente difficoltà, non riesce ad imporre il proprio gioco e subisce l’irruenza del Genoa, squadra in lotta nella zona salvezza fin dall’inizio del campionato.

Le avvisaglie c’erano state poco prima di scendere in campo: Oliva, il sostituto di Cigarini (assente per squalifica), manifesta qualche linea di febbre e viene sostituito da Cacciatore nella linea di centrocampo.

Nei primi 23 minuti, nei quali ha subito la pressione dei genoani, il Cagliari ha dovuto sostituire Faragò e Cacciatore per problemi muscolari, sostituiti da Walukiewicz e Mattiello.

Il gioco è sterile e nonostante gli “strappi” di accelerazione di Nainggolan e Nandez, le punte Simeone e Joao Pedro non riescono ad impensierire il portiere Perin.

La bella squadra ammirata nella prima parte della stagione sembra non riuscire più ad esprimere il proprio gioco e, nonostante la gran mole di gioco, non riesce a innescare le punte rossoblù.

L’occasione del pareggio per il Cagliari arriva solamente nei minuti di recupero, con una traversa colpita e la successiva deviazione di Joao Pedro fuori dallo specchio.

E intanto altre squadre “provinciali” si affacciano nei quartieri alti della classifica, come  il Verona e il Bologna, facendo scendere il Cagliari al decimo posto.

Accantonati i sogni di gloria europei, occorrerà rimboccarsi le maniche e, con umiltà, raggiungere quanto prima la quota salvezza magari con qualche risultato di prestigio, a cominciare da domenica prossima con la “sfida delle sfide” contro il Napoli alla Sardegna Arena.