Il primo concorso internazionale “Vermentino” a Cagliari

Si svolgerà a Cagliari il primo Concorso enologico internazionale “Vermentino”. Lunedì 17  febbraio, per tutta la mattinata, l’apprezzato bianco che sa di mare e che in Sardegna ha trovato il suo habitat ideale, sarà protagonista di una gara fra produttori provenienti da tutto il mondo, con oltre 200 etichette

di Antonio Tore

Dopo la gara fra i produttori, martedì 18, dalle 20,30, gran galà con degustazione libera di tutti i vini in gara a Sa Manifattura di via Regina Margherita.

Patrocinato dal Comune, per l’assessore Alessandro Sorgia “Vermentino è un’occasione utile per aumentare il prestigio internazionale e le vendite del vino”. Ma anche di “sviluppo per il settore turistico-ricettivo per Cagliari e l’Isola – ha rimarcato l’esponente della Giunta Truzzu, titolare delle Attività produttive e Turismo – grazie a prodotti come il vermentino, rappresentativi di tutto il territorio e capaci di coniugare passato e futuro”.

Dello stesso avviso anche Ferdinando Secchi, che in rappresentanza dell’assessore dell’Agricoltura e Riforma agro-pastorale della Regione, Gabriella Murgia, dati alla mano ha spiegato l’importanza della produzione sarda di vermentino a livello nazionale e internazionale. “L’assegnazione dei premi alle etichette in Concorso – ha poi annunciato – è prevista in occasione di una cerimonia organizzata durante le giornate del Vinitaly 2020”, in programma a Verona dal 19 al 22 aprile.

L’appuntamento per tutte le cantine in competizione è dunque lunedì prossimo al T-Hotel, hanno ricordato gli organizzatori dell’APS Promo Eventi, Mario Bonamici e Andrea Campurra, alla conferenza stampa di stamattina (10 febbraio) al Municipio di Cagliari. “Il Concorso Enologico Internazionale di Cagliari – hanno detto – è l’unico ufficialmente autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole e del Turismo della Repubblica italiana”. La giuria composta da enologi ed enotecnici, giornalisti ed esperti del settore, assegnerà medaglie d’oro, argento e bronzo ai vini DOP o IGP o IG, sulla base dei parametri utilizzarti a livello internazionale e grazie anche alla sensibilità più equilibrata che sarà garantita dai nuovi calici dal fondo piatto, realizzati a mano appositamente per questo concorso. E la sera di martedì 18, “gran galà con degustazione libera di tutti i vini in gara a Sa Manifattura di via Regina Margherita”

Presenti al lancio dell’evento di oggi a Palazzo Bacaredda, anche il presidente del Concorso Vermentino Pierpaolo Lorieri, il responsabile della comunicazione della Coldiretti Sardegna, Michele Arbau, e il presidente dell’Assoenologi sezione Sardegna, Mariano Murru che ha sottolineato le grandi capacità del comparto vitivinicolo della Sardegna, “il maggior produttore di Vermentino a livello italiano” che con i suoi 4.500 ettari e il riconoscimento della DOCG ”sta aiutando vitigni minori a essere maggiormente conosciuti ed apprezzati”.