Cagliari, Abbasanta e Pavia gemellate nel nome di Sant’Agostino

Redazione

Siglato questa mattina a Pavia il gemellaggio tra Cagliari, Pavia e Abbasanta in nome di Sant’Agostino, un patto di amicizia e fraternità tra comuni,​ uniti dalla circostanza del trasferimento​ delle spoglie del Santo da Cagliari a Pavia ad opera dal re longobardo Liutprando nell’anno 722.

Presenti oltre al sindaco Paolo Truzzu, il sindaco di Abbasanta​ Stefano Sanna ​ e il vice sindaco di Pavia Antonio Bobbio Pallavicini. Presenti anche il delegato Don Vincenzo Fois, la priora Donatella Cherchi e un rappresentante dell’Associazione Amici di Sant’Agostino Adriano Picciau.

Appuntamento per un prossimo incontro a Cagliari​ per programmare l’allargamento del​ patto di gemellaggio anche con Valencia, città nella quale è custodito il reliquiario del santo vescovo.

“Un’iniziativa – sostiene il sindaco Paolo Truzzu – finalizzata non solo a rinsaldare i legami di amicizia con altre città, ma che contribuisce alla crescita culturale, sociale e turistica dei diversi terrori, quello pavese, di Abbasanta, di Valencia, di Cagliari e dell’intera area metropolitana”