Rubrica: ”Una strada, un personaggio, una Storia” – Cagliari, via Enrico Besta

Ogni settimana parleremo di una strada raccontando la storia del personaggio a cui è dedicata. Si potranno scoprire così le persone, molte volte sconosciute, legate alla storia della Sardegna o Italiana tramite la loro biografia.

di Annalisa Pirastu

Via Enrico Besta si trova nella zona di Monte Urpinu e scorre parallela a via Vidal.

Besta nacque a a Tresivio il 29 giugno del 1874 in Valtellina, nella provincia si Sondrio in Lombardia.
Fin da giovanissimo fu appassionato dagli studi e a soli tredici anni iniziò a trascrivere documenti valtellinesi.

Iniziò la sua carriera all’università come studioso di Storia del diritto italiano all’Università degli Studi di Padova.
A ventiquattro anni vinse in concorso per la cattedra di Storia del diritto all’Università degli Studi di Sassari e vi si trasferì.
Grazie al suo fine intelletto nel giro di pochi anni divenne uno dei più importanti studiosi di storia del diritto italiano, allargando le sue conoscenze a tutto il mondo del diritto. Non ci volle molto perché raggiungesse fama internazionale nel suo campo. Approfondì molti temi storici con particolare riguardo al periodo medievale, alla Sardegna e alla Valtellina.

Nel 1908 pubblicò l’importante opera La Sardegna medievale, in due volumi. Nel 1938 si dedicò alla storia delle fonti del diritto e scrisse Fonti del diritto italiano dalla caduta dell’impero romano sino ai tempi nostri. La sua produzione fu numerosa e punto di riferimento per gli studiosi.

Nel 1924 Besta divenne docente presso l’Università degli Studi di Milano.Fu inoltre consigliere nel 1952 del Centro italiano di studi sull’alto medioevo di Spoleto.

Enrico Besta morì a Milano il 12 luglio 1952, all’età di 79 anni.

+