Iniziative dei Musei Garibaldini di Caprera

Presentazione Campagna di Comunicazione “Garibaldi è vivo e non si ferma” Musei Garibaldini di Caprera 19 marzo 2020

redazione 

Lo sapevate che a Marsiglia, nel 1835, Giuseppe Garibaldi fu infermiere volontario durante un’epidemia di colera? È uno dei tanti incredibili episodi della sua vita davvero romanzesca. Come la storia di un suo matrimonio durato pochi minuti; o l’offerta di Lincoln di comandare un’armata durante la Guerra Civile americana; l’avventuroso viaggio su una nave a vela dal Perù alla Cina; la creazione dei Garibaldi’s Biscuits, tuttora prodotti, durante una sua visita a Londra; lo spostamento di due navi da guerra via terra per 80 chilometri in Brasile (altro che Fitzcarraldo!); o quando vide nascere un’isola al largo della Sicilia. Tanti episodi che, con tono leggero ma storicamente accurato, saranno raccontati  nella nuova campagna dei Musei Garibaldini di Caprera, il sistema museale formato dai Compendio Garibaldino (La casa di Garibaldi) e dal Museo nazionale Memoriale di Forte Arbuticci.

Parte oggi 19 marzo 2020, in occasione della ricorrenza di san Giuseppe, la campagna promossa dal Polo Museale della Sardegna, che coordina i siti museali e archeologici di tutta la regione, dal titolo“Garibaldi è vivo e non si ferma”.

L’uscita odierna è strettamente legata all’attualità per rinforzare il suo concetto strategico: Garibaldi è vivo, Garibaldi è sempre più Eroe dei nostri Mondi, come dimostra il suo impegno per cause attualissime come i diritti delle donne, la protezione degli animali, il volontariato, l’agricoltura organica, la cura del territorio, l’unione dell’Europa.

I Musei Garibaldini di Caprera hanno cambiato definizione, grafica, logo e sito web:

www.garibaldicaprera.beniculturali.it

La comunicazione è basata sul pay-off Musei Garibaldini di Caprera. Dove la storia è bellissima. È un riferimento anche all’incomparabile bellezza dell’isola di Caprera e dell’arcipelago di La Maddalena, luogo scelto da Giuseppe Garibaldi per trascorrere l’ultima, ma pur sempre intensa, fase della sua vita.

Vedremo quindi i video della campagna Garibaldi Selfie, nei quali Garibaldi il Generale si fa un selfie insieme a donne che prendono parte a una manifestazione, mentre fa trekking o accanto a un cavallo per ricordare di essere stato lui il fondatore dell’Ente Protezione Animali.

Sul nuovo sito si sta approntando #Garibaldinonsiferma, zona di didattica online per incoraggiare la conoscenza di Garibaldi a tutte le età.

 I referenti sono Maurizio Bistrusso, responsabile dell’Ufficio Stampa e Comunicazione e Luciano Cannas, responsabile del Sistema museale di Caprera.

Piccola curiosità: il creativo della campagna è Aldo Tanchis, il cui bisnonno Luigi Bay fu, a 14 anni, tra i Mille di Garibaldi.

Info: Ufficio Stampa e Comunicazione

e-mail: pm-sar.comunicazione@beniculturali.it   Tel. +39 070 3428269/270