Alghero: “Goccia dopo goccia”,  le opere di artisti sardi in vendita per aiutare la Protezione civile nell’emergenza Covid 19

Tra i partecipanti: Danilo Sini, Antonio Bardino, Alessio Onnis, Giulia Sini, Gianni Nieddu

​redazione 

Artisti sardi a raccolta per contribuire con le proprie opere alla lotta contro il Covid 19. L’iniziativa, chiamata Goccia dopo goccia, è del Museo Casa Manno di Alghero e della Fondazione di ricerca Giuseppe Siotto che hanno invitato fotografi, pittori, e non solo, a mettere in vendita una o più delle loro creazioni a un prezzo simbolico. Il ricavato sarà interamente donato alla Protezione civile per portare avanti le sue attività in questo momento di grave emergenza socio-sanitaria.

“Quel pubblico che da tempo segue con interesse le attività del Museo è ora chiamato a essere parte attiva e coinvolgente di un’operazione la cui buona riuscita è affidata alla suscettibile attenzione di ognuno di noi- dice la curatrice dell’iniziativa Mariolina Cosseddu-Così, in un momento sospeso e immobile, una realtà inconoscibile e indecifrabile, l’arte, con il contributo di tutti, torna a giocare una partita vincente”.

Sinora sono una trentina gli artisti che hanno aderito all’iniziativa: Danilo Sini, Giorgio Urgeghe,​ Pietro Giovanni Deliperi, Josephine Sassu, Vincenzo Moscariello, Giulia Sale, Alessio Onnis, Bruno Petretto, Giulia Sini, Michele Marroccu, Gianni Nieddu, Vincenzo Fara, Gabriella Corso, Annalisa Masala, Massimiliano Caria, Salvatore Esposito,​ Ruben Moreddu, Antonio Bardino, Liliana Cano, Roberta Filippelli, Marco Ippolito, Roberto Puzzu, Emma Lazzaroli, Angelino Fiori, Igino Panzino, Monica Solinas, Nilla Idili, Max Mazzoli, Paolo Carta, Giovanna Secchi, Paola Dessy e Valentina Piredda-Sardinia, Stefano Grassi e Wanda Nazzari.

Le opere, visionabili sul sito casamanno.it e sulla pagina​ ​ Facebook​ ​ Casa Manno, possono essere prenotate tramite mail all’indirizzo infomuseocasamanno@gmail.com​ o acquistate direttamente tramite bonifico usando le seguenti coordinate bancarie della Regione Sardegna:

Tesoreria del Banco di Sardegna, Causale emergenza Coronavirus- Donazione alla Protezione civile, IBAN: IT72L0101504999000070673111.

Le donazioni possono essere effettuate anche direttamente alla Protezione civile: Banca Intesa San Paolo Spa- Roma, intestato a Pres. Cons. Min. dip. Prot. Civ.​ IBAN: IT84Z0306905020100000066387 BIC: BCITITMM.

Gli artisti che volessero unirsi all’iniziativa possono invece scrivere a: ​ infomuseocasamanno@gmail.com (e in copia conoscenza a mariolacosseddu@gmail.com) specificando titolo, anno di esecuzione, tecnica utilizzata, dimensionie prezzo dei lavori.

Le opere acquistate potranno essere ritirate a Casa Manno al termine dell’emergenza.

Museo Casa Manno. Frutto dell’impegno congiunto tra il Comune di Alghero e la Fondazione Giuseppe Siotto di Cagliari, nasce con lo scopo di onorare uno dei più illustri figli della città catalana. Il primo passo verso la realizzazione di un centro museale e di ricerca dedicato allo storico e politico algherese si concretizzava nel 2004, quando l’amministrazione comunale acquisiva l’area in cui sino a qualche decennio prima, sebbene in stato di rudere, sorgeva la casa dove Giuseppe Manno aveva visto la luce il 17 marzo 1789 e il palazzetto adiacente, anch’esso ormai disabitato: due costruzioni risalenti alla metà del Cinquecento o poco oltre, già in parte pesantemente rovinate dai bombardamenti alleati del 17 maggio 1943.

Grazie alle acquisizioni della Fondazione Siotto, Casa Manno dispone di un patrimonio espositivo di notevole valore: dipinti, incisioni, sculture, intagli, carteggi, libri, manoscritti e costumi offrono una testimonianza originale e di rilievo della vita di Giuseppe Manno. I supporti multimediali contribuiscono all’approfondimento del periodo storico in cui egli visse ed operò, fornendo lo spaccato di un’epoca ricca di trasformazioni e centrale nel processo di formazione nazionale della storia italiana.