Engineering Sardegna: sciopero in smart working

Comunicato sindacale Slc Cgil e Uilcom Uil

redazione 

“Il giorno 21 Aprile i lavoratori della società Engineering Sardegna hanno scioperato con percentuali fino all’80% sul totale di 140 dipendenti per contestare l’attivazione della CIGO con causale Covid-19 decisa dall’Azienda.

Ricordiamo che l’azienda opera direttamente con il cliente Tiscali a seguito dell’affitto di ramo di sette anni dalla stessa azienda disposto nel 2017 e che, nel corso di questi primi tre anni ha visto ridurre il numero di dipendenti di 30 unità rispetto ai 170 iniziali.

A partire dal 05.03.2020 con i primi decreti legislativi emanati dal Governo a seguito dell’emergenza Covid-19, l’Azienda ha collocato tutti i lavoratori in regime di lavoro Agile garantendo la continuità lavorativa che ad oggi non risulta aver subito nessun decremento in termini in termini di volumi lavorati.

Questo è il motivo principale per cui contestiamo il ricorso alla CIGO Covid-19 che inoltre per la maggior parte è stata applicata ignorando i principi di rotazione su tutte le unità coinvolte.

Continuiamo a credere che ci siano le possibilità di far valere le ragioni dei lavoratori per tutelare la dignità del proprio lavoro e, proseguiremo la battaglia per i diritti dei lavoratori in tutte le sedi appropriate e con gli strumenti che abbiamo a disposizione”.

La RSU Engineering Sardegna e le Segreterie Regionali SLC CGIL e UILCOM UIL