Regione Sardegna: un milione di euro per rinnovo parco auto taxi

Rinnovo e adeguamento del parco auto, per un servizio taxi più sicuro dal punto di vista sanitario e più comodo per le persone disabili

di Antonio Tore

La Giunta Regionale, su proposta dell’’Assessore della Programmazione Giuseppe Fasolino, ha approvato le direttive di attuazione degli “Interventi per la modernizzazione del sistema privato dei trasporti terrestri a supporto dei servizi per il territorio” per la spesa complessiva di 1 milione di euro.

La SFIRS sarà il soggetto istruttore per la valutazione dei piani di agevolazione presentati.

I fondi saranno erogati per aumentare la competitività delle imprese che erogano il servizio di trasporto terrestre con taxi, al fine di migliorare la qualità del servizio pubblico offerto ai cittadini, mediante il sostegno agli investimenti materiali e immateriali oltre ai servizi di consulenza ed informazione.

“Si è reso indispensabile – dichiara l’Assessore Giuseppe Fasolino – a seguito della sopraggiunta situazione di emergenza sociosanitaria determinata dalla diffusione anche in Sardegna del Covid-19, l’incremento delle misure di sostegno alle  imprese che erogano il servizio di trasporto non di linea con taxi, affinché sia assicurata la realizzazione di investimenti capaci di garantire la massima sicurezza per gli operatori e per gli utenti del servizio. Come sappiamo, i tassisti rappresentano una categoria particolarmente a rischio di contagio, a causa dell’evidente impossibilità di distanziamento. Categoria che continua a fornire il proprio servizio senza aver goduto, fino a questo momento, delle necessarie misure di protezione. Ragion per cui l’approvazione di suddette direttive appare ancora più importante nelle condizioni attuali”.

 

Un’attenzione particolare e’ rivolta al rispetto dei nuovi standard di sostenibilità ambientale e dell’accessibilità per i soggetti diversamente abili. Le direttive riguardano l’acquisto di nuovi mezzi, l’allestimento degli stessi per il trasporto dei soggetti diversamente abili e l’acquisto di sistemi e tecnologie atti a migliorare il servizio offerto, quali sistema di connessione  Wi-Fi, GPS, tassametri, insegne luminose, apparati radiotaxi, monitor poggiatesta, sistemi di pagamento elettronico, defibrillatori, applicativi software utili alla gestione del servizio. Finanziabile inoltre la formazione professionale attraverso corsi di lingua inglese e corso di gestione del cliente, e servizi di consulenza per le attività di impresa. Tutte le misure sono agevolabili al 100% e concedibili a fondo perduto ai soggetti in possesso dei requisiti richiesti.