Risorse della Regione per opere pubbliche nel sassarese: stanziati 8 milioni

Avviare la fase 2 con una robusta iniezione di risorse in favore del mondo dell’edilizia e delle costruzioni rappresenta una scossa per la nostra economia, con ricadute positive sull’occupazione e sui settori che ad esse sono legati

di Antonio Tore

La Regione accelera la realizzazione delle opere pubbliche nel Sassarese con 8 milioni di risorse per interventi di pubblico interesse frutto della rimodulazione delle risorse del Piano regionale delle Infrastrutture approvato la scorsa settimana dalla Giunta regionale. Anche per questo territorio si tratta di risorse messe a disposizione dalla Regione per il completamento di opere incompiute, per interventi in corso di realizzazione che hanno rivelato un maggior fabbisogno finanziario, per opere cantierabili a breve dotate di progettazione definitiva o esecutiva e, infine, per opere emergenziali la cui realizzazione riveste carattere di urgenza.

“Rispondiamo concretamente alle necessità di una regione che ha bisogno urgente di ripartire – spiega il Presidente della Regione Christian Solinas – Avviare la fase 2 con una robusta iniezione di risorse in favore del mondo dell’edilizia e delle costruzioni rappresenta una scossa per la nostra economia, con ricadute positive sull’occupazione e sui settori che ad esse sono legati”. Numerose le opere di carattere edilizio (fondi ai Comuni), di viabilità (Provincia di Sassari e Comuni) e idrico (Enas) che risultano ora incanalate verso completa realizzazione. Rientrano tra le Amministrazioni beneficiarie i Comuni di Sorso, Sennori, Putifigari, Cossoine, Cheremule, Siligo, Olmedo, Torralba, Bonorva, Codrongianos.

“L’economia della Sardegna non può ripartire senza una forte accelerazione sui cantieri – spiega l’Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia – Così come accaduto per gli altri territori dell’Isola anche nel caso del sassarese stiamo dando una iniezione di liquidità in favore del tessuto economico e produttivo della zona, sbloccando le incompiute, sostenendo le Amministrazioni comunali e snellendo le procedure burocratiche”.

Sul fronte della viabilità, la Provincia di Sassari potrà procedere con i lavori di manutenzione (consolidamento e stabilizzazione scarpate e versanti) sulle Strade Provinciali 6, 7, 40, 101, 112 e con il risanamento dell’asse viario della SP 10/M (2.200.000 complessivi). E sempre sul fronte della sicurezza stradale sarà ora possibile completare la SP 138 Berchidda-Calangianus (finanziamento di 600.000).

Numerosi gli interventi dei Comuni per la realizzazione di opere incompiute (o da realizzare) compresi nel piano regionale. Finanziati a Putifigari i lavori di manutenzione straordinaria della palestra e la riqualificazione dell’area sportiva (200.000). Destinati a Olmedo i fondi per la lavori di riqualificazione, completamento e messa in sicurezza della palestra comunale (300.000). Risorse in favore dei Comuni di Torralba per lavori riqualificazione della piazza Manzoni e delle aree limitrofe (480.000) e Bonorva per la valorizzazione del Parco Mariani (580.000) e il completamento della manutenzione straordinaria della viabilità comunale (953.000). Interessati da fondi per la viabilità anche i Comuni di Cheremule (recupero e completamento della strada di accesso al monte “Cuccuruddu”, 300.000), Cossoine (manutenzione straordinaria della strada “Su Cattaro”, 297.000), Siligo (interventi emergenziali straordinari sulla viabilità comunale conseguenti agli eventi alluvionali di novembre 2019, 90.000).

Tra le opere cantierabili a breve, dotate di progettazione definitiva o esecutiva, rientrano i lavori di difesa del suolo che riguardano la messa in sicurezza e il consolidamento del centro urbano del comune di Codrongianos (190.000). Tra le opere emergenziali sono destinati a Sennori i fondi per i lavori di somma urgenza del complesso scolastico di via Marconi-Anna Frank (messa in sicurezza e ripristino opere, 149.000), a Sorso le risorse per interventi urgenti di messa in sicurezza dell’ex cinema Goldoni (295.000) e della viabilità urbana (670.000). Sul fronte idrico è stato approvato il finanziamento in favore di Enas, Ente Acque della Sardegna, per la manutenzione straordinaria della condotta adduttrice per il comprensorio irriguo della Valle dei Giunchi (300.000).