Selargius: Scade il primo  giugno il termine  per le pulizie dei terreni  invasi da   vegetazione

Interessa i proprietari di aree verdi urbane incolte e di villette,  degli stabili con aree verdi, cantieri edili e strutture artigianali

Redazione

È stata pubblicata l’ordinanza​ (la numero 15) con le prescrizioni antincendio e di tutela dell’igiene e della salute pubblica. 

Nel documento si dispone che i proprietari di aree verdi urbane incolte e di villette, gli amministratori di stabili con connesse aree a verde, i​ responsabili di cantieri edili stradali e di strutture artigianali e commerciali con annesse aree pertinenziali, che ancora non abbiano adempiuto, provvedano a effettuare i relativi interventi di pulizia a propria cura e spese dei terreni invasi da vegetazione entro il primo giugno. Nel dettaglio: dovrà essere rimosso ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità​ e l’igiene pubblica, in particolar modo provvedendo all’eliminazione di sterpaglie e cespugli, al taglio di siepi vive di vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade, mantenendo per tutto il periodo estivo le condizioni tali per non accrescere il pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica e il pericolo di incendi. Stessi obblighi che riguardano i proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate. “Tutti gli interventi indicati dovranno essere eseguiti con decorrenza immediata e​ non oltre il primo giugno. A partire da tale data scatteranno i controlli da parte della polizia municipale che procederà con le sanzioni previste”, avverte il sindaco Gigi Concu. “Attraverso i mappali si individueranno gli eventuali proprietari inadempienti, e qualora non dovessero provvedere alla pulizia delle aree, si interverrà all’esecuzione d’ufficio dei lavori di pulizia e bonifica con conseguente addebito a carico dei trasgressori delle spese sostenute”.